Città di Torino. Municipale, Polizia di Stato e Nucleo Sequestri

Città di Torino, comunicato stampa – Polizia Municipale: gravi irregolarità per un rivenditore di kebab ed auto sequestrata

 Agenti del Nucleo di Polizia Amministrativa della Polizia Municipale e del commissariato di Madonna di Campagna della Polizia di Stato hanno controllato un venditore di kebab in corso Svizzera, quasi all’angolo con corso Regina Margherita Nel locale adibito a laboratorio sono state riscontrate numerose carenze e numerose irregolarità riguardanti gli impianti: attrezzature e stoviglie in pessime condizioni igieniche, piastrelle rotte o sbrecciate in vari punti, lo sfogo della canna fumaria senza coperchio, tubi del gas e cavi elettrici penzolanti dai muri e collegamenti realizzati con nastro isolante vicino al lavabo. Il laboratorio è stato messo sotto sequestro ed il gestore, egiziano, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per tentata frode perché erano in vendita alimenti surgelati senza indicazione sui menu. Altre violazioni amministrative hanno riguardato la mancanza esposizione dell’orario di esercizio e del divieto di fumare ed altre carenze igienico sanitarie. Agenti del Nucleo Sequestri hanno invece fermato in via Nizza all’angolo con corso Raffaello, grazie al sistema Autodetector, il 51enne Enrico S. alla guida di una Land Rover con assicurazione falsificata e scaduta da diciotto mesi e non revisionata: la patente dell’uomo era invece scaduta nel 2004. All’attivo del conducente ci sono anche 146 verbali non pagati solamente a Torino, con fermi del veicolo da parte di Equitalia e Soris. L’auto è stata sequestrata, e sono in corso ulteriori indagini.

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Un pensiero riguardo “Città di Torino. Municipale, Polizia di Stato e Nucleo Sequestri

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: