Francesco De Gregori sbarca sulla West Coast

Francesco De Gregori sbarca sulla West Coast

Premiato Francesco De Gregori sarà premiato al IX Los Angeles Italia – Film, Fashion and Art Fest

Francesco De Gregori, cantautore, poeta, artista è ormai uno dei pochi rappresentanti della musica italiana nel mondo, uno dei pochi che ancora crede nel potere comunicativo dell’arte, della sua arte. Il 27 Febbraio l’opera di un intera vita costellata di successi troverà consacrazione nella c.d. Città degli Angeli, Los Angeles. La stagione dei premi californiana, che culminerà il 2 Marzo con gli Oscar, è stata sicuramente ricca di sorprese e piccole grandi conquiste per gli italiani. Dopo la nomination come Miglior Film Straniero  de La Grande Bellezza di Sorrentino, Francesco De Gregori sarà premiato nella sezione LA Italia – Excellence Award al IX Los Angeles Italia – Film, Fashion and Art Fest, che si terrà presso Tlc Chinese Theatre di Hollywood dal 23 Febbraio al 10 Marzo.

Il Los Angeles Italia – Film, Fashion and Art, nato nel 2006, è divenuto uno dei festival di maggior risonanza, che, grazie anche al patrocinato del MIBAC, dell’ENI e dell’ICE, ha fatto conoscere ed apprezzare la cultura italiana. La manifestazione nasce con il proposito di esaltare la cinematografia, la musica , l’arte italiana contemporanea, molto spesso offuscata dai fasti del passato.

Pascal Vicedomini, produttore della serata, ha annunciato e motivato il riconoscimento con un comunicato stampa:

Il profondo legame tra il poeta De Gregori e la cultura americana, musicale ma non solo, basti pensare al recente Sulla strada omaggio a Kerouac, è stata una costante della sua lunga e straordinaria carriera, partita da quel Folkstudio romano dove si esibì anche un giovanissimo Dylan (…) Siamo orgogliosi di presentare ai californiani e alla platea internazionale che sarà a Hollywood per gli Oscar, un’icona della cultura e della canzone popolare italiana

Clelia Tesone

E m'abbandono all'adorabile corso: leggere, vivere dove conducono le parole. La loro apparizione è scritta; le loro sonorità concertate. Il loro agitarsi si compone, seguendo un'anteriore meditazione, ed esse si precipiteranno in magnifici gruppi o pure, nella risonanza. Una delle più belle citazioni di Paul Valery per molti, come me, che crescono tramite una pagina, che sia letta, scritta o studiata.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: