Colombo, De Lillo – NCD – quali interventi dalla giunta Marino?

Il Consigliere regionale Fabio De Lillo, a nome di tutto il suo partito – NCD – chiede alla giunta Marino di espletare i suoi piani di lavoro sulla viabilità e sulla sicurezza stradale della Capitale.

de lillo

Nessuno vuole speculare su tragedie come quelle a Via Colombo: sarebbe sbagliato e inopportuno scadere nelle strumentalizzazioni politiche.

Ritengo allo stesso tempo, però, sia necessario fare alcune riflessioni.

Innanzitutto chiediamo: cosa sta facendo l’amministrazione comunale? Quello che appare è una assoluta mancanza di pianificazione di attività di prevenzione in questo senso.

Nella scorsa amministrazione, quando ero assessore capitolino all’ambiente, al momento del mio insediamento ho trovato un quadro sconcertante per l’abbandono in cui versavano le alberate di Roma, sia su strade che all’interno di parchi e giardini. Venne avviato un piano di intervento pluriennale della potatura e la sua immediata messa in esercizio produsse la realizzazione di 30.200 potature nel 2009 e oltre 25mila nel 2010. Nello stesso periodo, e grazie ad un accordo che, ci tengo a precisare, fu sottoscritto da me e dall’Assessore Regionale Filiberto Zaratti – Giunta Marrazzo – , riuscimmo a far finanziare queste prime fasi emergenziali della gestione delle alberate di Roma. Nel contempo si avviarono anche le verifiche fitostatiche – metodo VTA – nelle zone a maggior rischio di stabilità e per interventi specifici. Le risultanze di tali verifiche determinarono la necessità, per ragioni di stabilità e di sicurezza, di procedere all’abbattimento di circa 2.500 alberi – poi sostituiti con essenze giovani attraverso il programma di cui al punto precedente –come nel caso di V.le di Tor di Quinto.

In parallelo si procedeva alla pianificazione del “Programma pluriennale delle piantumazioni”, al reperimento delle risorse economico – finanziarie necessarie e a tutte le conseguenti fasi di  coordinamento. Questo lavoro produsse la messa a dimora 2.820 alberi, nella prima annualità. Complessivamente il programma ha reso possibile, da marzo 2010 a marzo 2011, la piantumazione di complessivi 8.650 alberi. L’unico intervento, negli ultimi 20 anni di una certa portata risale al 2004, quando furono messi a dimora meno di 5.000 alberi.

Il mio auspicio era che questi programmi potessero essere non solo completati, ma incrementati con l’avvento della nuova Giunta: invece mi accorgo che, nonostante alcuni tristissimi episodi di cronaca, queste attività rimangono dimenticate nei cassetti. Peraltro, dal momento dell’insediamento della Nuova Giunta capitolina, ho chiesto un appuntamento all’assessore all’ambiente Marino. Ancora, però, attendo risposta. Pesa l’assenza di programmazione da parte di quest’amministrazione su un aspetto importante come questo. Infatti, ritengo che i lavori per la messa in sicurezza oppure tagliare gli alberi non significa non avere rispetto dell’ambiente. Anzi, tutt’altro: significa garantire la sicurezza dei cittadini oltre a contribuire a rispettare il verde della nostra città”

Lo dichiara il consigliere regionale di Nuovo Centrodestra Fabio De Lillo

Marika Massara

Nata e cresciuta in provincia di Milano, emigrata in Calabria, adottata da Roma, non posso che definirmi italiana. Amo la mia Calabria, il mare d'inverno e il Rock. Da sempre attenta alla politica (più che ai politici), non posso che definirmi assolutamente di sinistra. Segni particolari: Milanista sfegatata.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: