Metodo Stamina. Associazione Luca Coscioni: Dove sono le cartelle cliniche?

SenzaBarcode continua a seguire le diverse posizioni sul Metodo Stamina. Vannoni ha dichiarato che, cartelle cliniche alla mano, si recherà all’estero. Quelle che seguono sono dichiarazioni di Filomena Gallo, segretario dell’Associazione Luca Coscioni

metodo-stamina-vannoni

Delle ‘sintesi’ di Davide Vannoni, come lui stesso ha detto, di Marino Andolina e del ‘presunto indipendente’ Massimo Sher purtroppo non sappiamo proprio cosa farne, perché ripetono dichiarazioni fatte in questi mesi.

Alla conferenza stampa  sono stati mostrati video in cui erano i parenti dei pazienti a descrivere lo stato di salute dei loro cari, sono state mostrate slide elaborate ad hoc, sono stati mostrati stralci di cartelle cliniche passate velocemente sullo schermo, ma nessun riscontro cartaceo documentale.

Dove sono le cartelle cliniche? Dove sono i dati clinici prima delle infusioni del metodo Stamina confrontati con i dati clinici successivi alle infusioni? I monologhi dei fondatori Stamina e dei loro consulenti creano ancora di più confusione su una vicenda caratterizzata dalle loro continue contraddizioni.

Come è possibile riascoltare dalla registrazione della conferenza fatta da Radio Radicale (a fine articolo) Vannoni si è preso l’impegno di fornire le cartelle cliniche.

Rimaniamo in attesa e non vogliamo più essere presi in giro.

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: