Divorzio Breve e Giustizia Giusta. Sabatinelli e Gerardi

La nostra sezione dedicata al divorzio breve non è stata mai così attiva. Effetto referendum! L’assemblea del 1 giugno, presso la sala Capranichetta, ha dato il via e da sabato 7 giugno sarà possibile firmare. Cambiamo Noi è lo slogan! E come promesso SenzaBarcode era presente.

Sabatinelli e timperi. capranichetta 1 giugno

Illustri gli ospiti: il Ministro Emma Bonino, il presidente della Commissione parlamentare diritti umani Luigi ManconiIlaria Cucchi, Tiberio Timperi,  Mercedes Frias di “Prendiamo la parola”, Isabella Peretti del Coordinamento donne contro il razzismo e il sessismo, Gaoussou Ouattara del Movimento degli africani ed altri. Per la LID e quindi per il divorzio breve gli ospiti erano:

Tiberio Timperi giornalista, coordinatore del Movimento “Genitori Italiani” (RAI)

Era ora che si tornasse a parlare di diritti civili … non è un’emergenza di  genere ma di giustizia, di malagiustizia. La magistratura italiana è schiava di una idealogia che favorisce a prescindere la donna … trovo abbastanza strano che i giudici italiani diano, di media, 8 giorni al padre e 23 alla madre…

Fabio Nestola, presidente FENBI e portavoce degli stati generali sulla giustizia familiare

In teoria si dovrebbe parlare di divorzio subito! …Una coppia di giovanni trentenni oggi può tranquillamente contrarre matrimonio senza bisogno di un periodo cuscinetto per arrivare alla concretizzazione del matrimonio; la stessa coppia, divenuta quarantenne decide di fare scelte diverse e deve attendere un periodo per concretizzare la propria scelta; perché? … noi non ne faremo una questione di sinistra! l’etichetta “‘de sinistra” ci preme sfrondarla da questo campo … perché si tratta esclusivamente di una battaglia di diritti!

Molti altri partecipanti, Rita Bernardini e lo stesso Marco Pannella, hanno sottolineato l’importanza civile del divorzio breve. Riporto però il puntuale e completo intervento dell’avvocato Alessandro Gerardi, tesoriere della Lega Italiana Divorzio Breve, ci riporta un estratto del rapporto CEPEI

in questo rapporto il CEPEI dice chiaramente che l’Italia è il penultimo Paese per quanto riguarda i tempi per ottenere il divorzio… e lo stesso CEPEI, nel 2008, ha detto “se volete aumentare la produttività del vostro sistema economico, se volete aumentare l’efficienza del vostro apparato sistema giudiziario, dovete tagliare e rendere più semplici i procedimenti di separazione e divorzio” … si parla tanto di efficienza del sistema economico ma non si dice che in Italia i procedimenti di separazione comportano una spesa, per lo Stato, pari a 90 milioni di euro ogni anno…

Diego Sabatinelli non è intervenuto all’assemblea, ma lo abbiamo potuto seguire in diretta con Gianni Colacione su LiberiTV, in una lunga puntata dove riassumeva la storia della LID e chiariva ogni punto della riforma proposta.

[youtube width=”700″ height=”244″]https://youtu.be/TJ1kgTF6MAU[/youtube]

Diego Sabatinelli e Alessandro Gerardi li possiamo trovare anche questa sera, martedì 4 giugno, dalle 22 sulle frequenze di Radio Radicale per il settimanale appuntamento con il diritto di famiglia.

Ospiti telefonici di questa sera:

Roberto Castelli presidente dell’Associazione Genitori sottratti

Onorevole Roberto Giachetti deputati PD

Fabio Nestola, presidente FENBI e portavoce Stati Generali Giustizia Familiare

Altri ospiti telefonici in via di definizione

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: