Serie A: i risultati della trentesima giornata

La trentesima giornata di Serie A ci ha dato diverse conferme, senza particolari sorprese: la Juventus resta al comando con la vittoria per 2-1 a San Siro contro l’Inter.

serie a trentesima giornataMilan vince a Verona contro il Chievo, ma non è riuscita nel sorpasso del Napoli che ha ottenuto una larga vittoria a Torino contro il Toro. Nella sfida di coda tra Genoa e Siena ne esce fuori un noioso 0-0,mentre Roma e Fiorentina, perdono la sfida con le isole, rispettivamente a Palermo e Cagliari.

CHIEVO-MILAN 0-1 – Partita non particolarmente entusiasmante, ma che rappresenta una prova di sostanza da parte dei rossoneri che sono in corsa per il secondo posto con il Napoli di Mazzarri. Vittoria del Milan conquistata nel primo tempo, con una gol di Montolivo al 25’, che dopo un calcio di punizione di Balotelli non trattenuto da Puggioni, mette dentro da due passi. La sfida tra Balotelli e Puggioni sui calci di punizione è stata una costante del match, con il portiere del Chievo in evidente difficoltà, come il gol che ha regalato ai rossoneri la vittoria dimostra.

TORINO-NAPOLI 3-5 – Una partita molto divertente, e ne sono una dimostrazione il numero dei gol, che ha permesso al Napoli, con la vittoria, di tenersi alle spalle il Milan. Il Napoli parte senza Cavani, un po’ deludente nelle ultime partite, ma l’attaccante uruguayano, scocciato e stimolato evidentemente dalla panchina, ha dato il meglio di sé una volta in campo con una doppietta negli ultimi 10 minuti di gioco. La partita è stata si da subito molto divertente con il Napoli in vantaggio al 10’ con l’ex Dzemaili per il primo dei suoi tre gol di giornata. Il Torino pareggia la 30’ con Barreto che si ritrova la palla tra i piedi dopo un’incredibile mischia nell’area di rigore degli azzurri. Il napoli avrebbe potuto chiudere in vantaggio il primo tempo, grazie ad un rigore per un fallo di Darmian su maggio, ma dal dischetto Hamsik calcia malissimo e si fa parare da Gillet. Nel secondo tempo succede di tutto, con il Napoli che parte a razzo, con il secondo gol di Dzemaili al 47’. La partita sembra stabilizzarsi ma il rigore per il Torino al 74’, messo a segno da Jonathas, riapre il match. I granata ritrovano vigore e dopo 5 minuti si portano addirittura in vantaggio con Meggiorini. Non passano neanche tre minuti e Dzemaili decide di castigare nuovamente la sua ex squadra, siglando la tripletta. Negli ultimi 10 minuti e show di Cavani, che prima su punizione e poi di testa porta il Napoli alla vittoria, dimostrando che neanche un aereo perso può fermarlo.

ATALANTA-SAMPDORIA 0-0 – Una partita con davvero poche emozioni e zero reti quella tra Atalanta e Sampdoria. Un pareggio che permette ad entrambe di mantenere una vantaggio tranquillizzante dalla retrocessione, rispettivamente +8 e +10, ma che ha donato agli spettatori ben poco.

PARMA-PESCARA 3-0 – Partita giocata sotto una incessante pioggia, che ha visto il Parma assoluto dominatore, sia per meriti propri, che per demeriti degli avversari, considerando che il Pescara sembra non essere mai sceso in campo. Il primo goal arriva nel primo tempo, al 19’, con Benalouane che la mette dentro di testa su calcio d’angolo. Il secondo gol arriva solo al 52’ con Paletta che grazie ad un rimpallo riceve il pallone e con il sinistro la mette dentro. Il terzo gol è decisamente nella top ten della giornata, con una rovesciata di Amauri, che la mette nell’angolino.

CAGLIARI-FIORENTINA 2-1 – La Fiorentina deve giocare senza Borja valero e l’assenza si sente non poco, in una partita che ha visto la meritata vittoria del Cagliari grazie ad una doppietta di Pinilla, che va a segno prima su calcio d’angolo, di destro, e poi su rigore per un fallo di Cuadrado su Sau. A condizionare il match è anche l’uscita di Jovetic al 30’ che lascia la Fiorentina senza il suo giocatore di punta. Nel secondo tempo Cuadrado rimedia in parte al rigore concesso, accorciando le distanze, ma è evidente che per i viola non è giornata.

LAZIO-CATANIA 2-1 – Una partita, questa, che la Lazio riesce a ribaltare nel finale: dopo un primo tempo senza gol, ma dominato dai biancocelesti, il Catania va in vantaggio con Izco che su tentativo di rinvio di Cana batte Marchetti in maniera piuttosto fortunosa. A questo punto la Lazio inizia la sua sfrenata corsa al recupero, ma solo al79’ trova il pareggio su autogol di Legrottaglie. Due minuti più tardi si porta in vantaggio grazie ad un rigore messo a segno da Candreva.

UDINESE-BOLOGNA 0-0 – Partita priva di gol, ma non priva di emozioni, con l’Udinese vicinissima al gol in tre occasioni, i due pali di Allan e Lazzari e il rigore fallito da Di Natale. Protagonista assoluto del match però è stato sicuramente Curci, portiere del Bologna che non solo ha parato il rigore, ma a salvato la sua porta in più di un’occasione.

PALERMO-ROMA 2-0 – Il trend positivo della Roma, che veniva da una striscia positiva di cinque partite, è stata interrotta da una grande Palermo, complice però la pessima prestazione degli stessi giallorossi. Il gol di Ilicic al 21’ e quello di Miccoli al 35’ consegnano già nel primo tempo la vittoria al Palermo che deve solo controllare nel secondo tempo privo di emozioni. I rosanero con 24 punti non possono ancora respirare, ancora pericolosamente bloccati al penultimo posto in classifica, ma la permanenza in Serie A è a soli tre punti, considerando che il Genoa, quartultimo, ha 27 punti.

GENOA-SIENA 2-2 – Partita fondamentale per quanto riguarda le zone basse della classifica, con le due squadre che si giocano la retrocessione. La partita è stata divertente, ma nessuna delle due può ritenersi soddisfatta del pareggio che non è utile per nessuno, considerando che la Serie B è comunque molto vicina, almeno per una delle due. Il Genoa parte bene e si porta subito in vantaggio con Borriello. I liguri continuano a giocare meglio, ma sul finire di primo tempo arriva il pareggio del Siena con Emeghara, con Frey che avrebbe potuto fare di meglio. Il Siena si porta in vantaggio nel secondo tempo grazie ad una calcio di rigore messo a segno da Rosina. Il Genoa ricomincia a spingere e al 71’ trova il pareggio con Jankovic.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: