Derby d’Italia: Juve batte Inter 2-1 tra le polemiche

Derby d’Italia: Juventus batte Inter 2-1 tra le polemiche

Juve batte Inter 2-1

La corsa della Juventus continua inarrestabile. In vista della partita di andata dei quarti di finale di Champions League che la vedrà impegnata contro il Bayern Monaco, all’Alliance Arena, la Juve, con una vittoria molto importante, anche per lo spessore, mette in sicurezza lo scudetto, ormai quasi certo, a meno di eclatanti scivoloni, sbancando San Siro, sponda Inter, con una vittoria per 2-1, non senza polemiche.

Derby d’Italia: Juve batte Inter 2-1 tra le polemiche

E’ tempo di “Derby d’Italia”, una delle sfide più aspre e sentite del nostro campionato, con l’Inter, da una parte, che ha avuto non pochi problemi di formazione considerando il rientro tardivo dei sudamericani dopo la sosta delle nazionali, e la Juve, dall’altra parte, che, con il campionato quasi in cassaforte, deve concentrarsi sulla partita di martedì con il Bayern Monaco.

Statisticamente la Juventus sembra favorita, considerando che delle 159 partite che hanno preceduto questa ne ha vinte ben 75, contro le 45 dell’Inter e le 39 finite in parità. L’ultimo scontro, quello dell’andata, però, è finito 3-1 per l’Inter che interruppe così l’imbattibilità della Juve in campionato, arrivata a ben 49 partite senza sconfitte.

La partita inizia “col botto”, come si suol dire, con la Juve già in vantaggio al 3° minuto con Quagliarella che calcia con il destro da 25 metri, mettendo a segno un gran gol. Almeno per i primi 10 minuti è dominio assoluto della Juve, l’Inter va vicinissima al gol in due occasioni, con Cassano prima e Palacio poi, ma Buffon è straordinario in entrambe le occasioni. Nel complesso però sono i bianconeri a dominare la gara nel primo tempo, mantenendo il possesso palla in grande tranquillità.

Nel secondo tempo l’Inter parte decisamente meglio e dopo poco più di dieci minuti trova il pareggio con Palacio, che riceve palla in corsa da Cassano, fa fuori Barzagli e Bonucci e da solo davanti a Buffon non sbaglia mettendo a segno il suo 10° gol in campionato. Il pareggio, però, dura poco: al 60’ la Juventus si riporta in vantaggio con Matri su cross di Quagliarella la mette dentro di misura, grazie anche ad una dormita generale della difesa nerazzurra.

La partita prosegue abbastanza in equilibrio, ma al 66’ il primo degli episodi che hanno generato non poche polemiche nel post-partita: Kovacic accelera palla al piede centralmente, Chiellini rischia il tackle e prende anche il giocatore nerazzurro: era effettivamente rigore, ma Rizzoli evidentemente non era della stessa opinione. Al 72’ l’Inter avrebbe meritato ancora un rigore, con ancora una volta Chiellini protagonista che superato da Cassano gli prende il piede d’appoggio in area di rigore: l’episodio era meno netto, ma il rigore ci sarebbe stato anche qui. Ancora una volta gli arbitri si rendono protagonisti di pessime prestazioni, rovinando quella che era stata fino a quel momento una bella partita.

La partita si chiude ancora peggio, con un intervento killer di Cambiasso su Giovinco: al 95’ a partita praticamente conclusa evidentemente il centrocampista argentino si sentiva in vena di distruggere la carriera di qualcuno, anche se fortunatamente le conseguenze per il povero giocatore bianconero non sono state così gravi. Cambiasso è ovviamente stato espulso e rimedierà molte giornate di squalifica, come è giusto che sia.

La cosa certa è che la Juventus porta a casa altri tre punti, a +9 dal Napoli e +12 dal Milan, lo scudetto sembra sempre più vicino. Adesso la squadra di Conte deve concentrarsi sul Bayern Monaco, esaltato dall’eclatante vittoria in campionato, con il 9-2 contro l’Amburgo, e con lo scudetto quasi in tasca.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: