Italia – Brasile: è sempre spettacolo

Quando in campo c’è Italia – Brasile lo spettacolo è garantito, il risultato finale di 2-2 va anche stretto agli azzurri.

Italia,Brasile,goal

A Ginevra gli azzurri di Cesare Prandelli in amichevole contro il Brasile giocano una partitone, rimontando i due goal messi a segno dai verdeoro fissando il risultato finale sul 2-2. L’ Italia gioca bene, ma nel primo tempo va sotto di due reti con il 4-3-1-2 messo in campo da Prandelli. Al 33′ Fred con un destro al volo batte Buffon sfruttando un cross dalla sinistra sporcato da Bonucci. Il Brasile lascia ampi spazi e qualche occasione per l’ Italia, ma quando attacca fa male: azione superlativa rifinita da Neymar, che si fa metà campo palla al piede e poi regala un assist eccezionale, finalizzato da Oscar, che taglia davanti a De Sciglio e infila Buffon in uscita. Siamo sul 2-0, immeritato a dir la verità. Nella ripresa si va in campo con il 4-3-3, e il risultato cambia. Prandelli dopo De Sciglio fa debuttare in azzurro anche Cerci (ottima gara la sua), che sostituisce PirloEl Shaarawy entra al posto di Osvaldo. Su corner dalla sinistra De Rossi con una zampata in mischia segna il goal che accorcia le distanze (14° goal in Nazionale). L’ Italia domina il secondo tempo, arrivando così al pareggio con un destro fenomenale di Balotelli, che da fuori area si inventa una parabola che supera Julio Cesar. E’ il goal del 2-2. Arriva l’ ennesima parata di Julio Cesar su Balotelli. La gara scivola in maniera spettacolare. L’Italia gioca bene. Bonucci sfiora il goal del 3-2 di testa. Il Brasile si difende in maniera inguardabile. Si fa male De Rossi sul finale, finisce 2-2.

Cesare Prandelli così a fine partita:

  “Abbiamo fatto una grande partita, tra le migliori da quando sono diventato c.t. Dopo trenta minuti abbiamo subito due goal e sembrava una partita chiusa. Invece siamo stati bravi, abbiamo fatto vedere cose interessanti. Merito del modulo? Con il 4-3-3 riesci ad avere l’ampiezza e a trovare l’uno contro uno, ma bisogna provarlo. Ora l’importante è trovare la giusta energia per martedì, perché contro Malta ci sono in palio tre punti importanti. Cerci e De Sciglio? Ragazzi giovani con personalità e qualità tecniche. Nel primo tempo il migliore in campo è stato Giaccherini. Da qui al 22 giugno, alla Confederations Cup, il Brasile avrà più margini di miglioramento…”.

Queste invece le parole a fine gara del C.T. del Brasile Scolari:

“Dal mio punto di vista c’è molto più positività di quanto sembri, abbiamo un gruppo nuovo di giocatori che deve trovare il giusto equilibrio tattico. Ci sarà da insistere sul 4-3-3 e cresceremo. La squadra non si è mai persa d’animo e ha continuato a fare il suo gioco. A questo gruppo aggiungeremo 2-3 giocatori, ma ci siamo. Tatticamente Neymar è stato uno dei migliori. E’ stato perfetto. Ha giocato per la squadra nel secondo tempo, ha reso la vita difficile per i difensori italiani, ha fatto quello che gli riesce meglio al Santos. Ha anche difeso, ha mostrato questa sera che avrebbe potuto lavorare per squadra. Credo che questa sera abbiamo visto il miglior Neymar

L’ Italia vista in campo stasera ci fa ben sperare. Prosegue in maniera ottimale il percorso di crescita dei ragazzi di Prandelli. Prossimo appuntamento per le qualificazioni ai Mondiali di calcio 2014, al National Stadium di Ta’ Qali, in campo Malta-Italia, martedì 26 marzo 2013, con diretta tv su Rai 1 alle ore 20:45. Forza azzurri !

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: