CasaPound. Padri separati e diritto alla proprietà della casa

conferenza8febbraio

Alle famiglie monogenitoriali, e ai padri separati in particolare, che si trovano il più delle volte ad essere il soggetto economicamente più debole nella rottura di un rapporto, va garantito il diritto alla proprietà della casa perché possano vivere con pienezza e serenità il rapporto con i figli”. Ad affermarlo è Simone Di Stefano, candidato governatore di CasaPound Italia nel Lazio, che illustrerà le proposte di Cpi sul tema nel corso di una conferenza, che sarà anche un’occasione di confronto con tutte le associazioni di settore.

L’incontro, dal titolo “Padri separati e diritto alla proprietà della casa”.

Una proposta di CasaPound per le famiglie monogenitoriali’, si terrà venerdì 8 febbraio, alle 21, a CasaPound, in via Napoleone III 8, a Roma, e vedrà la partecipazione di Alessandro Gerardi, avvocato esperto in diritto di famiglia; Marino Maglietta, padre della legge sull’affido condiviso, consulente parlamentare, socio onorario AIMeF Associazione Italiana Mediatori Familiari e membro della Consulta Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza “Gianni Rodari”; Diego Sabatinelli, segretario Lid – lega italiana divorzio breve; Stefano Pala, padre separato.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

4 pensieri riguardo “CasaPound. Padri separati e diritto alla proprietà della casa

  • 15 Febbraio 2013 in 12:53
    Permalink

    Finalmente un argomento così delicato affrontato con serietà, equilibrio e completezza di ciò che succede nei Tribunali se c’è una separazioni con figli.
    Complimenti, andate avanti tutta. Devono finire queste tristi storie fatti di disperazione economica e morale!! Un padre separato ridotto sul lastrico a causa delle ingiustizie del Tribunale dei minori.

  • 15 Febbraio 2013 in 12:53
    Permalink

    Finalmente un argomento così delicato affrontato con serietà, equilibrio e completezza di ciò che succede nei Tribunali se c’è una separazioni con figli.
    Complimenti, andate avanti tutta. Devono finire queste tristi storie fatti di disperazione economica e morale!! Un padre separato ridotto sul lastrico a causa delle ingiustizie del Tribunale dei minori.

  • 9 Febbraio 2013 in 13:19
    Permalink

    splendido tema da dibattere per chiarire ciò che è già chiaro a chi non ha (o non vuole avere) le idee chiare. Solo in Italia si parla tanto di ciò che è più che scontato: addirittura pleonastico. Habitat=rapporto genitoriale.

  • 9 Febbraio 2013 in 13:19
    Permalink

    splendido tema da dibattere per chiarire ciò che è già chiaro a chi non ha (o non vuole avere) le idee chiare. Solo in Italia si parla tanto di ciò che è più che scontato: addirittura pleonastico. Habitat=rapporto genitoriale.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: