Alessandro Bevilacqua al Tordinona

Ritorna al Teatro Tordinona dal 18 al 19 dicembre Diario perplesso di un incerto di Fabio Salvati. Ne parliamo con Alessandro Bevilacqua.

L’associazione teatrale “L’Albero della neve” -dopo 4 anni- torna al Teatro Tordinona dal 18 al 19 dicembre prossimo con l’interessante ripresa -da non perdere!-  del Diario perplesso di un incerto di Fabio Salvati. Regia Daniela Coppola, in scena Alessandro Bevilacqua e  Stefano della Rovere per le musiche dal vivo. Aiuto-regia Elena Salvati, luci e audio Andrea Catalini, trucco teatrale Sonia Gallo, grafica e photo by Veronica Matrisciano. 

Lo spettacolo, già rappresentato nel maggio 2017, nel medesimo teatro, riportò allora un grande successo. Dopo due anni di forzata inattività il pubblico ha sollecitato, con grande partecipazione, la sua ripresa. 

Tempi moderni. Un negozio di dischi e di strumenti musicali. Il titolare è prossimo alla chiusura di quell’esercizio che non risponde più ai tempi mutati. Tutto è cambiato –a cominciare dai negozi vicini- e lui non ha più intenzione di continuare: la crisi impietosa di questi ultimi anni e l’offerta  social hanno predisposto le persone a soddisfare le proprie esigenze musicali con altre modalità, sempre meno fisiche e più virtuali.

Dunque svenderà tutto, a cominciare dai dischi e dalla musica che per lui sono stati il contrassegno dei diversi momenti della sua esperienza: tutto quello che è passato da lì è un pezzo della sua vita e tutto si porta inevitabilmente appresso una riflessione o una riconsiderazione di quanto ha vissuto. Il racconto viene contrappuntato da musica dal vivo che veste l’atmosfera su cui si poggia la narrazione.

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

Un pensiero su “Alessandro Bevilacqua al Tordinona

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: