Paolo Berdini vs Virginia Raggi #Roma2021

Paolo Berdini sbattè la porta dell’assessorato nel 2017 e ora si candida per conquistare il Campidoglio verso #Roma2021.

Sono note le posizioni di Paolo Berdini riguardo allo stadio della Roma. Già assessore nella giunta Raggi, da lei nominato apena insediatasi, si dimise nel 2017. Oggi lo troviamo come proposta di sinistra ma ben distanti dal Partito Democratico. Un’alternativa

Di tutti gli assessori entra in Giunta pentastellata nella prima “chiamata” ne sono rimasti solo due, l’intervista a Paolo Berdini avviene all’indomani del defenestramento del vicesindaco Luca Bergamo, con delega alla cultura, e Carlo Cafarotti, al Turismo. Ovvio chiedere all’esponente di La Roma che vogliamo, una riflessione.

“Io credo che arrivati vicini alla scadenza dei cinque anni è un’ammissione di fallimento veramente incredibile. Evidentemente, chi ha avuto la leva del comando di un’amministrazione importante come quella di Roma, non ha avuto nemmeno l’intelligenza di capire quali erano i punti deboli dell’amministrazione. Penso che se si arriva all’ultimo a cambiare due assessori chiave, evidentemente questi assessori non andavano bene, e uno non se ne accorge a pochi mesi dallo scioglimento del Consiglio…”.

Leggi anche Turismo a Roma 19/20 con Carlo Cafarotti

La Roma che vogliamo

“30 anni di abbandono dell’urbanistica pubblica e della privatizzazione della città hanno portato un disastro sociale ed urbanistico…”. Motiva così i dati che riferiscono del numero di laureati ed impiegati notevolmente differente tra il centro e le periferie della città.

“Quello che mi spinge è capire se riusciamo a riequilibrare questa città devastata dal neoliberismo che ha aumentato le disuguaglianze”. La Roma che vogliamo vuole suscitare un moto di disdegno soprattutto partendo dalle periferie. Da queste, e a queste, si rivolge Paolo Berdini anche per trovare nuovi compagni di viaggio in questo progetto verso il Campidoglio.

Intervista completa del 29 gennaio.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

2 pensieri riguardo “Paolo Berdini vs Virginia Raggi #Roma2021

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: