Riaperte le Biblioteche di Roma

Più servizi online e rete solidale con il territorio. Nuove modalità di accesso, prestiti solo su prenotazione, libri imbustati e messi in quarantena.

È iniziata il 26 maggio, la fase post lockdown delle Biblioteche di Roma con la riapertura al pubblico, dopo quasi tre mesi, delle prime 12 sedi, in attesa del riavvio, progressivo e in sicurezza, dell’intera rete capitolina.
Nel giorno del debutto hanno ricominciato ad accogliere gli utenti le biblioteche Arcipelago Basaglia, Collina della Pace, Cornelia, Flaiano, Flaminia, Marconi, Morante, Nicolini, Pasolini, Raffaello, Vaccheria Nardi. In questa prima fase i giorni di apertura sono tre a settimana: il martedì e il giovedì dalle 10.00 alle 18.00; il sabato dalle 10.00 alle 14.00 (per tutte le sedi, ad eccezione della Biblioteca Arcipelago chiusa il sabato).

Tutte le biblioteche, nel rispetto delle misure a tutela della salute previste per il contrasto del Covid-19, sono state sanificate prima della ripartenza e adeguatamente attrezzate con distanziatori di file, barriere ai front-office, termometri a infrarossi, controllo degli accessi, fornitura di dispositivi di protezione e di bustine per la quarantena dei libri.

I servizi attualmente disponibili sono il prestito, solo su prenotazione tramite la piattaforma Bibliotu, e la restituzione dei documenti sempre su appuntamento da prendere via e-mail o telefono

Sale studio e per la consultazione, spazi per bambini, mediateca e emeroteca non sono accessibili in questa prima fase.
Resta invece disponibile l’intera offerta digitale: un patrimonio di ebook, audiolibri e quotidiani, recentemente reso ancora più ricco e fruibile con l’attivazione della piattaforma MLOL e dell’app PressReader. Sono sempre attivi anche tutti i nuovi strumenti online, come l’innovativo sportello digitale BiblioSkype: chiama la biblioteca, che, accanto al tradizionale servizio Chiedilo tu al bibliotecario, offre informazioni al pubblico da remoto.

Per quanto riguarda attività culturali e per bambini, la proposta digital continua ad arricchirsi con nuovi appuntamenti che proseguiranno anche quando sarà possibile riprendere gli incontri in presenza. In questi ultimi mesi Biblioteche di Roma, sulla spinta dell’urgenza, ha infatti moltiplicato l’offerta online, accelerando un processo di cambiamento già in atto. “Non vogliamo tornare al passato – spiega il Presidente delle Biblioteche di Roma Paolo Fallai – ma approfittare di questa situazione di emergenza per provare a immaginare il futuro”. “Confermeremo – assicura – tutte le occasioni ‘a distanza’ fornite dalla tecnologia e ci inventeremo nuove e sicure occasioni di incontro. Perché le biblioteche continuino ad essere una comunità e una occasione di accesso al sapere libero, gratuito e senza distinzioni”.

Proprio in un’ottica di comunità, Biblioteche di Roma coglie l’occasione offerta da questa ripartenza per rafforzare il rapporto con il territorio

rinsaldando la rete solidale già esistente con le librerie indipendenti e le associazioni di quartiere. In questa prospettiva, il sistema bibliotecario capitolino ha recentemente lanciato un appello per avviare percorsi partecipati con l’obiettivo di dare voce e volto a chi contribuisce alla crescita culturale della collettività e ora, per offrire un sostegno concreto, intende dare il via agli acquisti diretti dalle librerie, puntando in particolare sui testi per bambini. Un investimento sul futuro delle comunità infatti non può che partire dai più piccoli.

Foto di mohamed Hassan da Pixabay

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: