Come tornare a Teatro?

Il ritorno nelle sale non sarà immediato, ma la voglia di teatro e cultura è tanta. Cosa sta facendo il Campidoglio?

Non vogliamo avere paura di tornare a teatro e di tornare in scena. Ma le amministrazioni ci devono dire come possiamo farlo. Potremmo riassumere così la conversazione di oggi, 11 maggio, con Felice Della Corte per Palcoscenico. WebRadio SenzaBarcode torna ad ospitare il presidente di UTR, Unione Teatri di Roma. Quali sono le novità in tema di sostegno alla cultura e allo spettacolo dal vivo? Ci sono iniziative da parte del Campidoglio?

Come fatto con Roberto Necci, in riferimento al settore del turismo, con Della Corte cominciamo analizzando il pacchetto La Regione Vicina. Per teatro e spettacolo dal vivo sono a disposizione 5,6 milioni di euro, una parte per l’affitto dei teatri, l’adeguamento e la preparazione. Una parte per innovazioni quali lo spettacolo in streaming.

Misure significative e tempestive

Per Felice Della Corte le misure della Regione sono adeguate e frutto di una buona collaborazione fra maggioranza e opposizione. “Dall’altra parte c’è il Comune di Roma che non definisce ancora nulla. Se non annunciare una stagione che noi non riusciamo ancora a comprendere bene come potrà svolgersi…”. Le perplessità manifestate dal presidente UTR, e già palesate anche da altri attori e direttori artistici, si riferiscono a più annunci del vicesindaco e assessore alla Cultura, Luca Bergamo. Sempre via social, nello specifico qui trovate il messaggio Facebook, si preannuncia una Estate Romana speciale, che segue il progetto  #laculturaincasa che, si legge “abbiamo lanciato ad inizio epidemia: ad oggi le statistiche ci confermano che abbiamo superato 31 milioni di visualizzazioni”.

Attori con le mascherine e spettatori distanziati

Nulla è ancora definitivo, non è chiaro come si potrà tornare a staccare biglietti. Quello che è certo è che l’umore è nero tra la gente di spettacolo. Fonici, costumisti, uffici stampa, registi e tante altre sono le figure che fanno alzare il sipario e non tutte stanno sotto l’occhio di bue.
Ma tutte vogliono tornare.

“Non abbiamo, da parte del Governo, un intervento che ci faccia comprendere bene che cosa avverrà”. Prosegue il direttore artistico del Teatro Marconi e del Teatro Nino Manfredi.

“Credo che abbiamo diritto, tutti, ad uno sguardo attento e a considerazioni. Per ogni settore e per ogni singola peculiarità: è un corretto esercizio, uno sforzo, che chi ci governa deve fare. Ma se vogliamo salutarci in maniera propositiva diciamoci torneremo in sicurezza a rendere la vita interessante“.

Personalmente vorrei lanciare l’hashtag #NonAbbiatePaura, ma so che è ancora presto. Nel frattempo vi consiglio di ascoltare l’intervista a Felice Della Corte e a visitare la trasmissione Palcoscenico che ospita tante interviste alle persone che lo spettacolo lo masticano tutti i giorni.

Merda, Merda, Merda a noi e al nostro amato teatro

[spreaker type=player resource=”episode_id=27094493″ width=”100%” height=”200px” theme=”light” playlist=”false” playlist-continuous=”false” autoplay=”false” live-autoplay=”false” chapters-image=”true” episode-image-position=”right” hide-logo=”false” hide-likes=”false” hide-comments=”false” hide-sharing=”false” hide-download=”true”]

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

Un pensiero su “Come tornare a Teatro?

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: