Un grande Grido d’amore

Barbara De Rossi e Francesco Branchetti tornano in scena con uno spettacolo coinvolgente è appassionato punto un grande Grido d’amore di Josiane Balansko.

La regia è di Francesco Branchetti che è sul palcoscenico insieme alla bellissima Barbara De Rossi, una coppia scenica affiatata e che regala grandi emozioni. Un Grande Grido D’amore tradotto da Davide Norisco e con musiche di Pino cangialosi è in scena dal 10 gennaio. un tour partito a Macerata il 6 marzo che si concluderà a Ronciglione in provincia di Viterbo Il 16 maggio. l’otto marzo sarà a teatro Cesar San Vito Romano.

Al centro della vicenda i protagonisti Gigi Ortega e Ugo Martial, attori e coppia famosissima anni prima, fino all’abbandono delle scene da parte di lei e conseguente declino della carriera di lui. La rinuncia improvvisa di un attrice protagonista con Martial di uno spettacolo pronto al debutto, Fornisce alla gente il pretesto per tentare di formare di nuovo la mitica coppia e garantire il successo dello show.

Francesco Branchetti è un giovane teatrante con oltre 25 anni di esperienza. Conoscenze e capacità che gli riconoscono il diritto di dispensare qualche consiglio a nuove compagnie e attori:

“A chi inizia a studiare consiglio semplicemente di scegliere delle scuole che hanno degli insegnanti di grande livello. Di non scegliere una scuola di teatro in generale, ma di andarsi a vedere e a studiare i curricula, le storie, le biografie dei loro insegnanti.

A chi inizia a lavorare l’unica cosa che mi sento di dire è che il teatro ha un unico e vero grande protagonista che è il pubblico. Di pensare al pubblico, e che non significa fare operazioni commerciali, ma una cosa molto diversa. Significa rispettare il pubblico. Consiglio di iniziare a fare questo lavoro pensando che non è qualcosa che facciamo solo per noi stessi per il nostro piacere, ma che lo facciamo per condividerla con gli altri… L’evento teatrale esiste solo nella condivisione tra attori e pubblico tra quello che accade sul palco e quello che accade in platea“.

L’intervista completa per WebRadio SenzaBarcode è nel player a fondo pagina.

Un grande grido d’Amore, il tour

  • 6 marzo – MACERATA FELTRIA (PU) (rinviata tra aprile e maggio, seguire la pagina Facebook per aggiornamenti)
  • 7 marzo – SAN MARCO IN LAMIS (FG) (rinviata tra aprile e maggio, seguire la pagina Facebook per aggiornamenti)
  • 8 marzo – TEATRO CAESAR SAN VITO ROMANO (RM) (rinviata tra aprile e maggio, seguire la pagina Facebook per aggiornamenti)
  • 20 marzo – TEATRO PALAPARTENOPE NAPOLI (rinviata tra aprile e maggio, seguire la pagina Facebook per aggiornamenti)
  • 26 e 27 marzo – OPERA (MI)
  • 3 aprile – BORGIO VEREZZI (SV)
  • 4 aprile – CICAGNA (GE)
  • 17 aprile – GORGONZOLA (MI)
  • 18 aprile – SANTENA (TO)
  • 10 e 11 maggio – TEATRO DEL LOTO FERRAZZANO (CB)
  • 16 maggio – RONCIGLIONE (VT)

Tour in continuo aggiornamento, si consiglia di visitare la pagina Facebook ufficiale.

[spreaker type=player resource=”episode_id=23464336″ width=”100%” height=”200px” theme=”light” playlist=”false” playlist-continuous=”false” autoplay=”false” live-autoplay=”false” chapters-image=”true” episode-image-position=”right” hide-logo=”false” hide-likes=”false” hide-comments=”false” hide-sharing=”false” hide-download=”true”]

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: