Diversamente Natale con tante favole

Il Natale è da sempre la festa dei bambini. Una cosa sempre amata dai bambini di ieri e di oggi sono le favole.

Alla tradizionale e molto scenica lettura di una fiaba davanti al camino, è stata sostituita nel tempo La visione di un bel film a cartoni animati. Le favole più famose della Disney raccontano molto spesso di protagonisti che hanno delle diversità.

Ne vorrei ricordare alcune in particolare

“Alla ricerca di Nemo” narra la storia di un piccolo pesce pagliaccio che ha una pinna atrofica una caratteristica corporea che lo differenzia in modo visivo come diverso. Anche i suoi compagni di scuola hanno tutti delle caratteristiche particolari: il piccolo polpo é pigro, il cavalluccio marino ha un allergia all’acqua ed entrambi accettano Nemo perché lo vedono simile a loro nella sua diversità. Il padre di Nemo, invece, non lo ritiene in grado di nuotare bene e vorrebbe tenerlo sotto la propria ala protettrice il più a lungo possibile. Anche nelle fiabe i disabili spesso vengono sottovalutati dalle persone che dovrebbero avere più fede in loro.

Alla fine invece il carattere tenace di Nemo lo porterá a raggiungere il suo scopo.
Ma ci sono altre favole dove la diversità é la protagonista.

Il gobbo di NotreDame , tratto dal libro di Victor Hugo, che raccontava come indescrivibile la mostruosità di Quasimodo, viene riprodotto nel cartone animato come diverso ma assolutamente accettabile dalla bella Esmeralda.
Ed oggi abbiamo Frozen. Nella moderna fiaba Disney viene affrontato il tema dei Siblings. Anna , la sorella di Elsa, fa di tutto per ritrovare ed aiutare la sorella che si é allontanata per punirsi dalla propria diversità.
Per finire una favola a me molto cara e molto Natalizia che vi lascio come augurio di un sereno Natale ed un felice anno nuovo: La leggenda di Rudolph che potete stampare e leggere assieme ai vostri bambini.

Emanuela Fatilli

Emanuela Fatilli nata a Busto Arsizio dove tutt'ora vive, nel 1973 é sposata e madre di due figli Giovanni e Giacomo. Lavora presso l'ospedale di Magenta dal 1996 in qualità di Tecnico di Radiologia. Ha pubblicato il suo primo libro, " La casa infestata che non c'era l'albergo aperto", nell'ottobre del 2018 per la casa editrice milanese "Excogita ". Da settembre 2019 collabora con la WebRadio SenzaBarcode come speaker e autore per il programma Disabilità e Benessere.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: