Yum, il soul, jazz e le chitarre pazze

Red Flags degli Yum è in radio da settembre e anticipa il loro album d’esordio HOT WAX, con un videoclip girato alla stazione centrale di Milano.

Yum ha messo in musica la fine, l’orlo della fine, di una storia d’amore, anche se il video non è completamente fedele al testo. Red Flags parla di “esperienze personali riportate in musica” e di “emozioni che rivivono attraverso la canzone”.

Un disco che si rifà al funk soul anni ’70. Arrangiamenti di fiati, cori e strumenti vintage sono alcuni degli ingredienti che si trovano all’interno di brani dai testi “caldi”, con temi sexy e melodie orecchiabili.

I riferimenti della band sono da ricercare decisamente nel filone black, da Stevie Wonder e Curtis Mayfield passando per gli War, senza dimenticare i riferimenti più “accademici” come gli Steely Dan. Nasce così HOT WAX, il loro primo album, realizzato con strumenti e attitudine “seventies” tipici dei generi ai quali fa riferimento. Il disco è anticipato dai singoli “Milf” (10 maggio 2019) e “Red Flags” (20 settembre 2019).

Per contattare gli Yum potete usare la pagina Facebook o Instagram, a seguire l’intervista per la #WebRadioSenzabarcode.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: