700 infermieri del policlinico Umberto I in sciopero

Infermieri e ausiliari esternalizzanti, circa 700 persone, del policlinico Umberto I di Roma sono oggi in sciopero.

Ancora una volta sono le fasce con meno tutele e salari più bassi che rischiano di rimanere senza lavoro. Questa volta parliamo di infermieri e ausiliari della Cooperativa OSA, in servizio al policlinico Umberto I di Roma. La Regione Lazio ha autorizzato l’assunzione di nuovi 200 infermieri che, come dice la delibera, “dovranno consentire proporzionalmente e progressivamente la riduzione delle ore di prestazioni infermieristiche erogate dalla Cooperativa OSA”.

In sostanza le nuove assunzioni tolgono il posto a chi lavora nel nosocomio anche da 15 anni.

I sindacati CGIL, CISL e UIL per voce dei rispettivi Segretari, Natale Di Cola, Roberto Chierchia e Sandro Bernardini denunciano la situazione e parlano di una ‘guerra tra lavoratori’.

Lo schema sembra essere sempre lo stesso, aizzare una ‘guerra tra poveri’ per gestire la situazione nel modo peggiore e senza compromettersi.

“È inaccettabile che si proceda a colpi di delibere unilaterali, quando giusto pochi giorni fa di fronte al prefetto di Roma, dove peraltro siamo stati convocati per difendere i salari e la tredicesima degli stessi lavoratori, si era deciso di istituire un tavolo tecnico tra Regione, policlinico e sindacati per gestire una vicenda già esplosiva” dicono i segretari Generali dei sindacati.

Non vi è solo il rischio di veder saltare l’erogazione degli stipendi del personale e che centinaia di lavoratori e professionisti perdano il posto di lavoro. Lo sciopero e le agitazioni possono ingolfare la struttura e tutte le attività mediche del storico policlinico, in un momento delicato tra mali di stagione, carenza di personale e aumento della popolazione cittadina nel periodo delle festività natalizie.

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: