Festival inDIVENIRE, a tutta Danza dal 7 al 10 ottobre

La danza in concorso al festival inDIVENIRE. Un progetto di Alessandro Longobardi, direzione artistica di Giampiero Cicciò.

Quattro giornate interamente dedicate alla danza. Dal 7 al 10 ottobre il Festival inDivenire presenta sette coreografie in concorso che si contenderanno i premi finali, consegnati alla presenza di Luciana Savignano il 10 ottobre. Nello sesso giorno la presentazione del libro “Luciana Savignano – l’eleganza interiore” di Emanuele Burrafato.  A seguire l’omaggio del balletto di roma alla grande etoile. In giuria: Marco Angelilli, Emanuele Burrafato, Giampiero Cicciò, Aurelio Gatti, Gloria Pomardi e Monica Vannucchi.

Nato da un’idea di Alessandro Longobardi e Livia Clementi, con la direzione artistica di Giampiero Cicciò, il Festival inDivenire rappresenta un momento di aggregazione di progetti artistici emergenti, provenienti da ogni parte d’Italiaoltre che dalla stessa area romana. Viene premiato il miglior “work in progress”, che potrà essere così messo in scena in modo definitivo. Saranno assegnati, inoltre, i premi alle categorie: Miglior Danzatore/Performer, Migliore Danzatrice/Performer, Menzioni Speciali della Giuria. L’organizzazione è curata da Eleonora Di Fortunato.

La sezione Danza si apre il 7 ottobre, alle 18, con l’Associazione culturale Korper che presenta “Sex-tingchaptertwo”, un progetto di e con Gennaro Maione, una produzione Gmw-Gennaro Maione Works. Primo studio del secondo capitolo di un dittico dedicato al sesso virtuale e alla pornografia 2.0, “Sex-tingchaptertwo” costruisce una performance attraverso gestualità ed emozioni altalenanti, che segnano un passato labile e oscuro, un ricordo del piacere che va oltre quello della carne e della libido che ha marcato il mio essere, il mio credo e la mia libertà.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: