Salone Internazionale del libro, iniziative regione Marche - SenzaBarcode

Salone Internazionale del libro, iniziative regione Marche

Salone Internazionale del Libro di Torino. Dal 10 al 14 maggio nello stand di Giunta e Consiglio incontri con autori ed editori, presentazione festival letterari, attività, eventi.

È incentrata sull’idea di futuro la trentunesima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, l’annuale rassegna di eventi e produttore di contenuti culturali. Dal 10 al 14 maggio, alcune delle migliori menti del pianeta, editori, scrittori, scienziati, registi, artisti, musicisti, premi Nobel, premi Pulitzer, premi Goncourt, premi Oscar, oltre a tutta l’editoria italiana con editori indipendenti e grandi gruppi, rifletteranno sull’interrogativo che dà titolo alla kermesse: “Un giorno, tutto questo”, quindi sul mondo che sarà e la costruzione di un futuro comune.

Anche la Regione Marche entrerà nel vivace dibattito culturale con lo stand di Giunta e Consiglio dove si terranno incontri con autori, editori, attività, festival letterari, eventi dedicati alla lettura e alla cultura. Sessantadue gli eventi in programma, trentasette le case editrici presenti, dieci festival letterari, dibattiti in diretta streaming e la presenza di personalità del mondo della cultura e delle istituzioni.

“Il tema di quest’anno pone cinque interrogativi

sulla nostra identità in continua costruzione, sui confini, sulla casa comune che è la terra, su spiritualità e scienza, sulla creazione artistica. Domande esistenziali che fanno parte della storia dell’umanità che solo nei libri, nella lettura, nella conoscenza, trovano risposte e danno spazio all’immaginazione. Per conoscere il passato, avere consapevolezza del presente e costruire un futuro migliore senza cedere a paure e ossessioni”: è la riflessione del presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo e dell’assessore regionale al Turismo e alla Cultura Moreno Pieroni che questa mattina nella sede regionale hanno illustrato il ricco programma della partecipazione della Regione al Salone di Torino.

“Per le Marche che ripartono, impegnate nella ricostruzione materiale ma anche immateriale e morale della comunità ferita dal sisma – sottolineano Mastrovincenzo e Pieroni – il tema del Salone è quanto mai attuale e sollecita una riflessione piena sulla nostra identità, sui nostri valori e su quale domani vogliamo costruire insieme”.

Il contributo del mondo culturale e degli intellettuali è da questo punto di vista fondamentale: questo il motivo per cui la Regione Marche ha deciso di promuovere la conoscenza di personaggi illustri come Raffaello, Rossini, Leopardi e Lotto. In occasione delle ricorrenze celebrative, si terranno manifestazioni e appuntamenti culturali d’eccezione.

Proseguirà inoltre il ciclo di eventi espositivi legati al progetto ‘Mostrare le Marche’ e destinati a valorizzare i luoghi e il patrimonio delle zone colpite dal sisma. Realizzati grazie alla collaborazione tra Regione Marche, MiBACT, ANCI Marche e i Comuni interessati, siglano la volontà di ‘rinascita’ di un intero territorio.

Non mancheranno poi le qualificate manifestazioni del circuito lirico-sinfonico regionale come il Rossini Opera Festival, Macerata Opera Festival, il Festival Pergolesi Spontini e i numerosi appuntamenti della rete lirica, concertistica e musicale marchigiana.

Dal Salone poi un’ottima notizia per le Marche che saranno Regione Ospite dell’edizione 2019. La conferma è giunta dal presidente Massimo Bray che, in una lettera all’assessore Pieroni, ha espresso gratitudine per aver candidato la Regione: “Dopo tanti anni di proficua collaborazione, ben conosciamo e apprezziamo l’impegno profuso dalla Regione Marche nella valorizzazione del proprio comparto editoriale e nella promozione dello straordinario patrimonio artistico, culturale e ambientale del vostro meraviglioso territorio. (…) Possiamo pertanto con gran piacere ritenere valida la vostra candidatura per l’edizione 2019“.

Iniziative del Consiglio Regionale

Sarà il presidente dell’Assemblea legislativa, Antonio Mastrovincenzo, ad inaugurare lo stand al Salone del libro di Torino di Giunta e Consiglio regionale giovedì 10 maggio. Per il giorno successivo è previsto l’evento clou “Scrittura e musica per le Marche” che vedrà la partecipazione dei Tiromancino e del critico musicale Michele Monina. Si parlerà di musica attraverso l’appuntamento con il festival “10Hertz”, un progetto che interessa i luoghi colpiti dal terremoto.

Tante le iniziative in calendario, tra cui un focus dedicato alla Siria con in primo piano l’opera della giornalista Laura Tangherlini “Matrimonio siriano”; le presentazioni del progetto di ricomposizione della biblioteca roveresca di Urbania, di un epistolario su Gioacchino Rossini, del festival “Letteraria” di Fano e di alcune pubblicazioni dell’Accademia Raffaello Sanzio alle quali parteciperà il vicepresidente del Consiglio regionale, Renato Claudio Minardi.

La consigliera Elena Leonardi presenterà due guide turistiche sulle Marche (Giaconi editore) realizzate da alcune blogger.

Due gli incontri per il Garante dei diritti, Andrea Nobili, che con Guido Catalano illustrerà il progetto Una pagina nuova, sei appuntamenti con scrittori italiani negli istituti penitenziari regionali, e la pubblicazione “Poeti in classe – 25 poesie per l’infanzia e non solo” (italic pequod edizioni per la collana “La punta della lingua” diretta da Luigi Socci), da cui è nata un’iniziativa che ha coinvolto diverse scuole marchigiane.

Iniziative Giunta Regionale

Protagonisti dell’incontro di sabato 12 maggio saranno i grandi eventi espositivi con cui le Marche intendono rendere omaggio ad alcuni illustri personaggi che hanno lasciato un segno profondo nel nostro territorio e un’eredità culturale di inestimabile valore.

Macerata ospiterà nell’autunno di quest’anno una qualificata rassegna di opere di Lorenzo Lotto e si presenterà all’attenzione del pubblico con prestiti di prestigio internazionale che andranno a dialogare con le opere presenti nella regione. Recanati dedicherà all’Infinito di Giacomo Leopardi una serie di manifestazioni e di iniziative destinate ad indagare da differenti punti di vista il valore del celebre componimento poetico, a distanza di 200 anni dalla sua stesura. Pesaro fino a febbraio 2019 rappresenterà un grande palcoscenico di spettacoli, mostre, manifestazioni, concerti e incontri dedicati al grande compositore Gioachino Rossini, in occasione dei 150 anni dalla sua morte.

Urbino invece, già a partire dal 2019, sarà al centro dell’attenzione mondiale con iniziative espositive, convegni scientifici e progetti di grandissima rilevanza culturale, che contribuiranno a celebrare adeguatamente, nel 2020, la ricorrenza dei 500 anni dalla morte di Raffaello. Sarà questa anche l’occasione per illustrare, non solo le manifestazioni messe in calendario dal Rossini Opera Festival, dal Macerata Opera Festival e dal Festival Pergolesi Spontini, ma soprattutto i numerosi appuntamenti promossi dai principali Festival dello Spettacolo dal vivo. Ai festival, alle rassegne e ai Premi letterari, ampiamente rappresentati in questa edizione del Salone del Libro, spetta infatti un ruolo importante, quello di efficace strumento di sensibilizzazione culturale e di promozione della lettura e della creatività che quest’anno rivolge una particolare attenzione ad un pubblico giovanile.

Redazione Marche

Da gennaio 2018 SenzaBarcode può contare sulla Redazione marchigiana. per contatti [email protected] e per inserimento in mailing [email protected]

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: