Ripresa produttiva, Ceriscioli firma il decreto

Il Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, ha firmato un decreto a sostegno della ripresa produttiva delle imprese danneggiate dal terremoto.

Oltre 28 milioni di euro a favore della ripresa produttiva di attività commerciali, artigianali e di servizi delle Marche. Di questi fondi il 50 per cento è riservato alle imprese ricadenti nei comuni marchigiani del cratere sismico. Lo stabilisce il decreto firmato dal presidente e vice commissario alla Ricostruzione, Luca Ceriscioli. Un decreto finalizzato a favorire la ripresa produttiva delle imprese del settore turistico, dei servizi connessi, dei pubblici esercizi, del commercio e artigianato e delle imprese che svolgono attività agrituristica.

Le imprese devono essere operative nelle 4 province marchigiane, esclusa la Provincia di Pesaro Urbino che non ha comuni nel cratere

Devono inoltre aver subìto una riduzione di fatturato almeno pari al 30% nel periodo che intercorre tra gennaio 2017 e luglio 2017. Rispetto alla media dello stesso periodo dei tre anni precedenti. “In base a quanto stabilito dal decreto ministeriale – riferisce Luca Ceriscioli – i contributi concedibili sono pari al 30 per cento della riduzione del fatturato, e comunque in misura non superiore a 50.000 euro”. Gli uffici regionali nel mese di aprile effettueranno un monitoraggio a campione per valutare l’incidenza del contributo sulla riduzione del fatturato.

Il controllo è finalizzato a verificare le condizioni per una richiesta al ministero di aumento della percentuale di contributo. L’incidenza del contributo per la ripresa produttiva, potrebbe assestarsi su un range che va da alcune migliaia di euro a circa 20 mila euro. I contributi sono a fondo perduto. Da utilizzare nelle imprese che abbiano sostenuto costi di produzione da utilizzare per la ripresa produttiva dell’attività.

Le risorse disponibili consentiranno di finanziare un numero elevato di imprese

La domanda deve essere compilata on line utilizzando la procedura di invio telematico disponibile all’apposito indirizzo internet a partire dal 14 maggio fino al 30 giugno. Periodo in cui i funzionari regionali saranno presenti sul territorio per dare informazioni a Comuni, imprese e associazioni. La graduatoria delle domande di contributo è redatta in ordine decrescente sulla base dell’entità, in percentuale, della riduzione del fatturato subìta dalle imprese beneficiarie. L’erogazione del contributo della prima quota per la ripresa produttiva, pari al 70 per cento del contributo concesso, verrà versata entro 30 giorni dalla data del provvedimento di concessione. È inoltre subordinata alla presentazione di una polizza fideiussoria bancaria o assicurativa.

Redazione Marche

Da gennaio 2018 SenzaBarcode può contare sulla Redazione marchigiana. per contatti [email protected] e per inserimento in mailing [email protected]

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: