G7 Ambiente: Trump fuori Parigi, Galletti #All4TheGreen

A Bologna l’atteso G7 Ambiente, la città ospita la fabbrica delle idee sulla chimica verde. Trump esce dagli accordi di Parigi e il Ministro Galletti lavora alle alleanza #All4TheGreen

Non è certo una sorpresa, ma tra qualche giorno dovrebbe diventare realtà, Trump esce dagli accordi di Parigi sul clima. Dopo il G7 di Taormina il presidente americano conferma la sua linea. Il 29 maggio a Roma, il nostro ministro Galletti alla conferenza stampa di presentazione dell’alleanza ecologica sviluppo #All4TheGreen,  ha esordito con estrema fermezza “l’Italia, e credo anche l’Europa viste le dichiarazioni durante, andrà avanti con decisione negli accordi di Parigi 2015“. Ed è questo lo spirito verso il G7 Ambiente di Bologna.

Alle 19.26 del 12 dicembre 2015,con 16 ore di ritardo rispetto al termine stabilito, l’allora ministro degli esteri francese Laurent Fabius, dichiara che l’accordo è stato raggiunto. 196 Paesi hanno trovato dei punti in comune per aiutare il nostro Pianeta, lavorando e accelerando il più possibile la riduzione delle emissioni dei gas a effetto serra. Ma non si erano ancora fatti i conti con lui.

Trump, lo sappiamo, fa i capricci

l’America “vanta” un record di emissioni di Co2, da sola inquina come tutti gli altri 6 Grandi, non è certo ai livelli della Cina, ma il Paese guidato dall’uomo che vale 3,5 miliardi di dollari (caduto di 200 posizioni nel 2017) ha deciso che vuole fare da solo. Tra pochi giorni dovrebbe arrivare la dichiarazione definitiva.

Intanto il ministro Gian Luca Galletti ha messo in campo le idee, le risorse e le forze. Appassionata e determinata la macchina del progetto All4TheGreen, l’alleanza ecologica-sviluppo. La proposta italiana che prevede il taglio del fisco per green job e Piano Marshall.

Una coalizione tra istituzioni, profit e non profit

A dimostrazione della grande intesa, insieme a Galletti erano presenti Ermete Realaci, presidente commissione Ambiente della Camera, Donatella Bianchi presidente WWF, l’azienda multinazionale Unilever con il presidente Angelo Tronchia, Lucia Grenna program manager di Connect4Clima. Grande contributo di idee e proposte da Eni, Conai, Gruppo Hera e molti altri. Per tutti i dettagli al sito ufficiale

Particolarmente interessante è rilevare come tutti gli attori, nonostante la diversità dei ruoli, abbiano la stessa certezza, ossia che lo sviluppo economico passa necessariamente da una economia circolare e con la nuova SEN, la Strategia Energetica Nazionale.

“L’Italia è una superpotenza della biodiversità” ha dichiarato Galletti ” ed è nostro interesse prioritario favorire una riconversione produttiva incentrata sull’economia circolare e sulla migliore gestione delle risorse della Terra”.

Ambiente, sviluppo, economia, chimica verde, energia, sono molti gli obbiettivi di All4TheGreen e del Governo italiano che hanno ben chiaro che Trump può rallentare il processo ma non lo può fermare.

Ad ognuno le proprie responsabilità, a noi l’appuntamento dal 5 al 12 giugno, a Bologna per il G7 Ambiente.

Sostieni SenzaBarcode con una donazione!
La nostra associazione, il sito e la webradio sono totalmente autofinanziati.
Scegli il progetto che preferisci e diventa SenzaBarcode

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: