Viaggi in moto, tutti i consigli per evitare guai

La categoria dei viaggi è sempre stata al centro dell’attenzione dell’uomo. Se ne parla spesso durante le pause di lavoro, è sempre viva la voglia di lasciare casa per godersi qualche sprazzo di meritato relax.

Qualche anno fa, Irene Grandi cantava “Prima di partire per un lungo viaggio, porta con te la voglia di non tornare più”: nulla di più vero. Non è però l’unico punto da smarcare nella to do list che precede un viaggio. Chi ama il mondo delle due ruote sogna un unico panorama: quello di grandi strade assolate, che ricordano le route americane, fatte di chilometri macinati in sella ad un bolide con il motore a cantare l’unica melodia a cui fanno spazio i pensieri. Le strade, però, nascondono una serie di insidie da non sottovalutare.

Nonostante i motoveicoli hanno nettamente migliorato nel corso degli anni la tenuta di strada grazie all’intervento delle case produttrici e dei grandi brand di pneumatici moto, i giorni prima della partenza devono comunque essere dedicati alla moto in maniera quasi totale. E molti, fortunatamente, lo fanno con particolare attenzione, anzi molto spesso sono proprio loro ad occuparsi della cura della moto acquistando online, attraverso i siti specializzati come www.gommadiretto.it, e sostituendo in prima persona.

Per evitare che sogni ed esaltazioni si vanifichino in una serie di guasti in grado di rovinare i piani e la serenità di qualsivoglia vacanziero, è fondamentale non sottovalutare determinati aspetti.

Piccole avvisaglie, infatti, possono rapidamente e improvvisamente trasformarsi in gravi problemi, che richiedono l’intervento di professionisti del settore. Per abbattere il problema alla radice, sarà necessario effettuare un check-up totale della moto. I primi passaggi riguardano senza dubbio l’impianto frenante, uno dei più sollecitati di tutto il veicolo, ma è importante non dimenticare il controllo del livello dell’olio.

Non è fondamentale, invece, il cambio delle ruote, ma non devono essere sottovalutati né il grado di usura – che potrebbe provocare danni ingenti alla tenuta di strada durante improvvise precipitazioni – né tanto meno la pressione, elemento che influisce in maniera preponderante su eventuali forature. Chi viaggia da anni sa inoltre che è impensabile partire senza aggiungere sulle fiancate un paio di borse capienti in cui riporre tutto il necessario per gli spostamenti in moto: dagli abiti ai documenti, passando per gli accessori. Non dovrà mai mancare un vero e proprio “kit di pronto soccorso”.

Non si tratta dei ferri del chirurgo, ma di quelli del meccanico, che potrebbero tornare utili nel caso di piccoli intoppi o di spiacevoli inconvenienti nei momenti meno opportuni.

Non è da trascurare anche il perfetto stato della “muta” del motociclista. Ogni particolare deve essere al proprio posto.

Il giubbotto è fondamentale per proteggersi dalle folate di vento, i guanti omologati necessari per avere una buona presa sulle manopole, un casco – possibilmente in fibra di carbonio e adeguato agli attuali standard di sicurezza – proteggerà la testa da eventuali impatti sia frontali che laterali. I più premurosi non dimenticheranno a casa una maglia termica e un impermeabile, prodotti in grado di isolare la pelle dal freddo e dall’acqua.

Passando infine da moto e accessori alla strada, non bisogna dimenticare uno studio del percorso. Le strade possono sempre nascondere insidie. Uno smartphone dotato di navigatore eviterà che le scorribande nelle terre più periferiche e mozzafiato si trasformi in un’odissea interminabile. Lo studio sarà necessario anche per individuare i punti di ristoro migliori, che consentiranno di “addolcire” le fatiche del viaggio con la degustazione dei prodotti tipici che la regione visitata offre.

Ora che la lista è completata, non resta che montare in sella e accendere il motore: il viaggio può cominciare.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: