Teatro Tor Bella Monaca, su il sipario!

Il Teatro Tor Bella Monaca, rialza finalmente il sipario e propone un mese di appuntamenti come anteprima della stagione 2016/2017.

Il Teatro Tor Bella Monaca spazio della Rete Teatri in Comune di Roma Capitale, diretto da Alessandro Benvenuti, ritorna in scena nel panorama dell’offerta culturale della città, riaprendo le sue porte per un’estate densa di spettacoli, concerti, performances e laboratori. Dal 1 al 31 luglio come anteprima della stagione 2016/2017  il Teatro ha in programma prosa, concerti e danza per un mese ricco di appuntamenti.

La programmazione artistica e i servizi connessi sono affidati all’ATI composta dalle Associazioni Seven Cults (diretta da Filippo D’Alessio), La Casa dei Racconti (da Duccio Camerini) e il Teatro Potlach (da Pino Di Buduo), vincitrici dell’Avviso Pubblico Rete Teatri in Comune emanato dal Dipartimento Cultura per l’affidamento in concessione della programmazione con lo scopo di stimolare la crescita culturale del tessuto cittadino, valorizzare le realtà artistiche e creative locali e non. La gestione dello spazio è in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.

Gli appuntamenti di luglio

“Tanti gli appuntamenti per il mese di luglio – ricorda Filippo D’Alessio – si parte con la “Commedia di Arlecchino e Pulcinella” (7-8), si prosegue poi con lo spettacolo firmato ARGOT produzioni “Albania casa mia” (9-10-11 luglio), regia di Giampiero Rappa,  con Aleksandros Memetaj.  Per la Musica il 12 e 13 luglio è in programma il concerto di Unavantaluna  “Isula Ranni”, mentre per la Danza dal 14 al 16 luglio la Compagnia Atacama presenta “Frida  Am I”, regia, ideazione, testi, interpretazione di Federica Gumina, per la prosa di Nogu Teatro (il 17 e 18 luglio) “Il rimpasto” , testo di Daniele Trovato con la regia di Ilaria Manocchio e il 19 si torna alla danza con “Pillole di mille gru”, omaggio a Sadako Sasaki, coreografia di Paola Sorressa”.

La Compagnia Atacama presenta poi, dal 20 al 22 luglio, “Il viandante”, regia e coreografie di Carmen De Sandi, con Francesca Zavattaro, Manuela Cirfera, Vincenzo Zaccardi. Il week end del 23 e 24 luglio propone “Invenzione senza futuro” regia di Francesca Montanino e Federico Giani, con Federico Giani, Celeste Gugliandolo, Mauro Parrinello. E’ affidato a  Nando Citarella il concerto di lunedì 25 luglio “Mozart a sud di Napoli” con  Nando Citarella,  voce femminile Gabriella Aiello, flauto di canna, zampogna, marranzano, voce Pietro Cernuto, organetto diatonico Alessandro D’Alessandro, chitarra, chitarra romantica, mandolino Claudio Monteleoni; clarinetto basso Rina Mastrototaro, clarinetto: Emanuele Geraci, violino  Carlo ”Olaf” Cossu – danzatrice Nathalie Leclerc.

A tutta Danza

Il 26 e 27 luglio per la Danza sarà in scena la Compagnia Ariella Vidach – AIEP con “Voxsolo”, idea e regia di Ariella Vidach, Claudio Prati, coreografia e danza di Ariella Vidach, interazione e composizione audio  Paolo Solcia, interazione e composizione grafica: Sebastiano Barbieri, set design  Claudio Prati.

Chiudono il mese di luglio i due spettacoli “Storia di Gualtiero” (il 28 e 29) regia di Ettore Belmondo con Francesca Nobili e Cristiana Mecozzi e “Madre Teresa di Via Margutta”, (il 30 e 31 luglio) testo di Aniello Nigro, regia di Tommaso Franchin con Andrea Dellai.

Sempre a Luglio il Teatro Tor Bella Monaca proporrà due Laboratori “Estate a teatro”, per bambini 6 ai 13 anni, e “Il mestiere del costumista”, un’immersione nel mondo del costume per lo spettacolo.

Si riparte poi a settembre con un Cartellone con grandi nomi della scena italiana da non perdere. Visitate il sito ufficiale del Teatro

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: