Come crescere bene i nostri figli. Incontri per i genitori

Uno spazio di aiuto e sostegno a tutti i genitori, un percorso capace di affiancarli e sostenerli nella crescita dei propri bambini. Come crescere bene i nostri figli

Questo è “Come crescere bene i nostri figli”, progetto nato dall’incontro di due mamme, amiche e psicologhe, che hanno organizzato otto incontri per i genitori, otto tappe di un percorso che li guiderà in tutti quei cambiamenti che, come un turbine, coinvolgono e spesso sconvolgono le loro vite a seguito della nascita di un bambino.

locandina incontriTutti gli incontri si svolgeranno presso lo Studio medico di via Cristoforo Colombo 348, dalle ore 18.00 alle 19.30. Si inizierà mercoledì 11 Novembre, con un appuntamento dedicato ai capricci e alle prime regole da dare al bambino, per proseguire il 25 Novembre con un incontro dedicato al gioco e ai momenti ludici di condivisione. A Dicembre altri due meeting, il 9 e il 23, dedicati alle paure di bambini e genitori e alla vivacità dei bambini. Due tappe anche a Gennaio, il 22 e il 29, con le quali si affronteranno i delicati temi della separazione dai figli e della riorganizzazione famigliare post-nascita. Per terminare, il 12 e 19 Febbraio, incontri in occasione dei quali si discuterà degli aspetti fisiologici e psicologici legati al sonno ed alla nutrizione.

Essere mamma è la cosa più bella e straordinaria che possa capitare ad una donna ma anche la più ‘scolvolgente’: un corpo che evolve come non mai, una trasformazione psico-fisica senza arresto. Con la nascita, poi, si passa dal doloroso distacco da un ‘dentro’ caldo e rassicurante ad un ‘fuori’ meno caldo, a volte poco rassicurante, e poco conosciuto. Sconosciuto il mondo tanto per il nascituro quanto per la mamma che deve velocemente riprendersi da un forte dolore fisico ed emotivo per rivestirsi di quello che sarà per il resto della sua vita, l’abito di mamma”, spiegano Barbara Gambadori e Sara Conchiglia, psicologhe, psicoterapeute ed ideatrici di questo percorso di affiancamento ed assistenza ai genitori.

Per non parlare delle paure: il primo vagito, l’allattamento, il sonno e la veglia, lo svezzamento, i primi passi, le prime parole, il primo giorno di scuola, e così via… Il tutto verso una corsa alla costante ricerca di ‘aggiornamento’ (dal passeggino alla moda, all’asilo più bello, al metodo educativo più efficace), dove si riscontra nuovamente quel senso di disagio ed inadeguatezza che accompagna i genitori quando ci si trova davanti ad una creatura così piccola e indifesa, totalmente dipendete da loro – spiegano le dottoresse Gambadori e Conchiglia – Tante paure che non sempre trovano risposte e contenimento, senza considerare il contesto sociale nel quale viviamo, fatto di rapporti veloci e fugaci, mai davvero ‘intimi’, caratterizzati da gruppi virtuali, da domande che lasciano risposte in un freddo e distaccato contesto, quello delle chat, dei gruppi di Facebook e di WhatsApp”.

La cosa più importante per un genitore è comprendere: “Ci sono delle difficoltà da affrontare, ci sono ostacoli e spesso bisogna fermarsi per capire quale direzione prendere, per aiutare nostro figlio a diventare l’uomo o la donna di domani”. Ed è proprio per affrontare questo percorso così districato che le due psicologhe hanno deciso di ideare questo cammino di incontri ideale, spiegano, per chiunque “voglia fermarsi a riflettere per scegliere consapevolmente la strada da percorrere per e con il proprio figlio; vogliamo dare contributi ‘scientifici’ a molte domande insolute, mettere a disposizione anche la nostra esperienza di mamme, per districarci in questo faticoso e, al tempo stesso, gratificante compito. I nostri figli crescono con noi, ma anche noi cresciamo insieme ai nostri figli. Noi stiamo crescendo molto insieme alle nostre principesse, Giulia e Ninive”.

Il percorso ha un costo di € 15 ad incontro.

Due incontri gratuiti per i genitori che sceglieranno di seguire l’intero percorso.

Per info e prenotazioni (anche via sms e WhatsApp), contattare i numeri 339 71 65 936 e 348 64 85 462

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: