Marta Fantini & C. La notte della Polizia Locale? Ecco i numeri

Ma che mai farà la Polizia Locale di Roma Capitale durante la notte? Marta Fantini dice che dormono davanti al telefono, il SULPL fornisce i dati degli interventi del mese di settembre, elenco aggiornato al 26/09,  tra le 22 e le 6 del mattino.

“Quanto sei bella Roma quand’e’ sera…” dalle 22 alle 6 del mattino ci sono persone che dormono, che si annoiano, che vanno a ballare, a bere, che lavorano… anche se a basso regime la città vive.

Sabato 20 settembre Marta Fantini ha avuto un brutto incidente, era in auto con un paio di amici e verso le 5 del mattino, dopo una notte di discoteca, musica a tutto volume e danze sfrenate la ragazza alla guida, per colpa di un colpo di sonno o forse per un attimo di distrazione, perde il controllo del mezzo e si schianta contro una vettura proveniente dalla parte opposta. Nessun ferito, nessun morto, tutti illesi fortunatamente

Ci sono decine di “Marta”, purtroppo tante che non hanno la sua fortuna. Marta Fantini però ci ha tenuto a raccontarlo al Messaggero, non facendo un monito ai ragazzi sulla “solita storia del non bevete se guidate, non mettetevi alla guida se non siete completamente svegli e lucidi…” – filippica sempre utile! – ma per “spargere un po’ di veleno” su quello che considera trattamento “che definirlo inumano e imbarazzante è poco” Spara su tutti, i Carabinieri non l’hanno soccorsa, il carro attrezzi che le chiede 150 euro per rimuovere la vettura ma il suo bersaglio preferito è l’agente di Polizia Locale – che non sapendo come si chiama lo definisce Vigile – e tra insinuare che dormono tutti davanti al telefono del centralino, che sono buzzurri, maleducati, arroganti e che hanno aspettato le 6 del mattino solo per fare colazione, lancia una serie di accuse condite di strafalcioni e irregolarità.

Alla lettera che il Messaggero.it ha pubblicato unitamente alle foto della ragazza e dell’auto incidentata – anche per la nota testata sono vigili –  risponde una nostra conoscenza, Stefano Giannini, segretario del SULPL Roma, che con intelligente ironia spiega a Marta Fantini che probabilmente lei non ha ben idea di come funziona il mondo della notte, fuori dalle discoteche si intende e nello specifico non sa cosa fanno gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale. Qui potete leggere la lettera in integrale. Ci tengo a riportare un passaggio: ” I colleghi, che dopo due ore sono intervenuti, secondo quanto dici (quindi sei riuscita a contattarli? Prima dicevi che per tre ore non ci eri riuscita…), hanno ricevuto la segnalazione dell’incidente solamente alle 06.10 circa. Un’ora dopo l’incidente.
Sono intervenuti 2 ore dopo perché, come diciamo da tempo, le periferie sono in stato di abbandono per le scelte di questa amministrazione e questo è uno dei classici esempi con mancanza di personale che spesso viene distolto ed inviato al centro per custodire il salotto buono di Roma.

A Roma ci sono lavoratori dipendenti capitolini – non solo della Polizia Locale ma anche amministrativi, insegnanti … – che svolgono un servizio che ha del miracoloso dati i pochi e sgangherati mezzi che hanno a disposizione.

A Marta Fantini, che ha tutta la mia solidarietà per lo shock che dichiara di aver subito, vorrei far notare che gli Agenti che definisce Vigili sono sotto organico, mancano oltre 2000 unità e il nuovo contratto dice che non saranno integrati, alla fine del 2014 andranno in pensione circa 500 agenti, Ignazio Marino con la sua “non politica” sposta, pedonalizza, taglia e cuce mentre le periferie sono abbandonate.

10622074_10205298156599860_30929402_nEcco qui, Marta Fantini e non solo ovviamente, lo schema degli interventi che la Polizia Locale di Roma Capitale ha effettuato dal 1 al 26 settembre tra le 22 e le 6.

Vedi, Marta, si occupano anche di TSO – Trattamento Sanitario Obbligatorio – hanno effettuato 28 controlli amministrativi, 208 interventi per soste irregolari, soccorso 52 incidenti con feriti e 74 casi simili al tuo, hanno fatto questo ed altro. E’ il loro lavoro dici? Sono pagati per farlo? Vero, è il loro lavoro e lo svolgono egregiamente specialmente considerando in che condizioni devono lavorare, e sì sono pagati per questo, poco e male e devono combattere pure per il loro stipendio! Ecco qualche articolo per rispolverarsi la memoria.

L’intero Corpo ha a disposizione 650 auto (tra proprietà e leasing), 240 moto (tra proprietà e leasing), Autocarri, uffici mobili, e autobus 115. Come ti ha detto Stefano Giannini “l’unica pattuglia prevista per coprire tutto il territorio del XV Municipio Cassia, che ha una estensione territoriale di 186 km2 (più grande di Milano che si estende per 182 km2) era stata mandata alle 05.15 a rilevare un altro incidente in Via Cassia che l’ha tenuta impegnata fino alle ore 07.10, purtroppo non hai potuto fare altro che “metterti in coda per l’intervento”.

Sono veramente desolata per la tua bruttissima esperienza e sono felice che tu possa raccontarla e abbia tutta questa “grinta” per scrivere la brutta disavventura, ma hai commesso un errore, stai disprezzando chi sta messo come te. L’amministrazioe, con a capo Ignazio Marino, ha creato questa situazione ed è lui il responsabile delle tue (2, 3 o 1?) ore di attesa solitaria in strada. Non è colpa dei “vigili”.

Perché gli agenti della Polizia Locale di Roma sono dei brutti ceffi cattivi quando, ed è un fatto inconfutabile, ben 3 pattuglie vi sono rimaste accanto fino alle 9.35?

Sai Marta Fantini che in realtà tu hai avuto un perfetto trattamento rispetto ai mezzi a disposizione?

Hai avuto l’incidente nella mattinata del 20 e il 23 settembre il Messaggero.it pubblicava già la tua lettera. Forse avresti dovuto prenderti un attimo in più per riprenderti dallo spavento e informarti meglio.

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Un pensiero riguardo “Marta Fantini & C. La notte della Polizia Locale? Ecco i numeri

  • 2 Ottobre 2014 in 1:29
    Permalink

    Ma perche la signora marta fantini invece di prendersela con chi di notte sta lavorando per quattro soldi non se la prende con se stessa che dopo una notte di bivacco si e’ andata a schiantare probabilmente perche non in condizione di guidare… Perche la signora invece cercare colpevoli che non ci sono , a parte lei stessa e la sua incoscienzs, non si chiede quanti danni avrebbe potuto provocare a qualche poveraccio che in quel momento si fosse trovato sulla sua strada… Cara signora non se la prenda con chi alle sei del mattino ha alle spalle una intera notte di lavoro a differenza sua che alle spalle una notte di musica e alcool … E poi si mette alla guida, provoca un incidente e se la prende con gli altri. Vergogna!

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: