Sin City 2 – Una donna per cui uccidere

Il 2 Ottobre uscirà nelle sale italiane il secondo capitolo della saga tratta dalla Graphic novel di Frank Miller, Sin City 2- Una donna per cui uccidere.

Diretto da Robert Rodríguez e Frank Miller giunge finalmente in Italia Sin City 2 – Una donna per cui uccidere. Tratto dal secondo volume della serie fumettistica graphic novel di Sin City, ideata dallo stesso Miller, il film sarà proiettato in anteprima a Roma il 14 Settembre, presso il cinema The Spece Moderno, per poi essere diffuso in tutt’Italia a partire dal 2 Ottobre. L’attesa per i fan dell’opera è stata piuttosto lunga, sono infatti trascorsi quasi 10 anni dalla comparsa sugli schermi del primo film, senza contare i ritardi del post produzione che hanno fatto slittare l’uscita di ben un anno.

Caratteristica peculiare della saga cinematografica, che rende i due film facilmente individuabili anche dai non amatori del genere, è la tecnica di realizzazione. La pellicola è completamente in bianco e nero con pochi elementi colorati, come le labbra di Eva Green, Mrs Ava Lord, che evidenziano alcune caratteristiche fisionomiche o emotive. Le scene sono realizzate come le vignette di un fumetto, anche le sequenze di colore seguono quelle dell’opera cartacea. Per ottenere questo risultato le ambientazioni sono quasi tutte virtuali, ricreate grazie alla tecnica Chroma Key. 

La trama si divide in quattro capitoli: 1) Una donna per cui uccidere (A Dame To Kill For), di cui è protagonista Dwight McCarthy, interpretato da Josh Brolin. Questo capitolo della storia è cronologicamente anterioreUn’abbuffata di morte”, di cui è protagonista Dwight in “Sin City”. Il fotografo tormentato dai demoni del suo passato, dalle donne e dall’alcool, rincontra dopo un lungo periodo il suo primo amore, Ava Lord (Eva Green), che gli chiede aiuto per fuggire dal marito. Ben presto l’uomo scoprirà che la donna ha tutt’altre intenzioni; 2) Solo un altro sabato sera (Just Another Saturday Night)i John Hartigan (Bruce Willis)  incontra Nancy(Jessica Alba), mentre Marv (Mickey Rourke) si risveglia sulla statale che domina i Projects circondato da  morti; 3) Quella lunga, brutta notte (The Long Bad Night): protagonista è Johnny, abile giocatore d’azzardo che sfortunatamente incappa nell’uomo più malvagio della città. La nottata prenderà una brutta piega e culminerà nell’incontro con la stripper Marcy (Julia Garner); 4)La grossa sconfitta (The Fat Loss): cronologicamente si colloca dopo il capitolo “Quel Bastardo Giallo”, uno dei segmenti del primo film, quindi dopo il suicidio di John Hartigan. La trama ruota intorno al personaggio di Nancy che progetta l’omicidio del Senatore Roark. 

Clelia Tesone

E m'abbandono all'adorabile corso: leggere, vivere dove conducono le parole. La loro apparizione è scritta; le loro sonorità concertate. Il loro agitarsi si compone, seguendo un'anteriore meditazione, ed esse si precipiteranno in magnifici gruppi o pure, nella risonanza. Una delle più belle citazioni di Paul Valery per molti, come me, che crescono tramite una pagina, che sia letta, scritta o studiata.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: