Flash SLA: Più soldi, assistenza e operatori. Lazio

SLA: Zingaretti, 5,5 mln di euro nel 2015 e assistenza con 100 nuovi operatori. Lotta a burocrazia e stesse prestazioni in tutte le Asl del territorio

Migliorare le condizioni di vita delle persone affette da Sla e delle loro famiglie garantendo servizi e rendendoli sempre più efficaci. La Regione Lazio fa la propria parte con un piano da 5,5 milioni di euro che prevede la semplificazione amministrativa per chi accede ai servizi sociosanitari, la formazione di cento nuovi operatori per l’assistenza domiciliare e garantendo l’assistenza giorno e notte sulla base del fabbisogno del paziente. Un impegno ribadito anche oggi durante l’incontro tra la Cabina di Regia della sanità della Regione Lazio e “Viva la Vita Onlus”, l’associazione che si occupa dei familiari e dei malati di Sla.

“Questa operazione necessita soprattutto di un grande sforzo organizzativo. L’obiettivo è estendere a tutto il territorio il modello di assistenza continua sulla base del fabbisogno che tra pochi giorni concluderà la prima fase di sperimentazione nelle due Asl capofila, RmA e RmC. Un modello che pone il Lazio al primo posto tra le Regioni italiane.

“Stiamo lavorando intensamente – spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – per migliorare il servizio e offrire ai circa 350 malati di Sla della nostra regione e alle loro famiglie l’assistenza e le cure necessarie. Per questo, entro la fine di settembre, avvieremo la formazione di 100 nuovi operatori e assistenti familiari da impegnare nell’assistenza domiciliare. Inoltre, lo scorso luglio abbiamo approvato una convenzione tra la Regione Lazio e l’Istituto Superiore di sanità per l’elaborazione del registro regionale di patologia della Sla. Nel percorso del riordino della rete ospedaliera, previsto dai programmi operativi, saranno individuati i centri di riferimento regionali e le strutture di gestione della fase critica. Soprattutto, per migliorare la vita delle tante persone affette da questa grave patologia, è necessario lottare per eliminare i meccanismi burocratici che hanno impedito negli scorsi anni di produrre un percorso unitario in questa regione”.

“Per programmare questi interventi e uniformare le prestazioni di assistenza – conclude Zingaretti – siamo pronti a mettere in campo nei prossimi mesi circa 5,5 milioni di euro. Se l’obiettivo della campagna #IceBucketChallenge è quello di cambiare le cose, anche su questo nel Lazio lo stiamo facendo. Ringrazio tutti quelli che mi hanno nominato, ma questo credo sia il modo migliore per rispondere a quell’appello in modo concreto”.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: