Visto per voi: All’osteria der vino e Ciambellino

All’osteria der vino e ciambellino, ovvero l’osteria romana quando il Papa era Re, il popolo preferiva er vino alla guera, ogni professione aveva un santo, ogni amore una fattura, ogni sogno un numero da giocasse ed ogni campana de Roma aveva una sua voce.

L’Oste Paolo Gatti con i suoi stornelli ci suona e ci racconta di quella Roma sparita che ormai nemmeno più i vecchi trasteverini e testaccini ricordano, usanze, costumi e modi di dire che si sono persi nel tempo, eppure questo viaggio nei rioni ci porta l’allegria e la spensieratezza dei giovani romani di una volta, che tra un bicchiere di vino e un amore scansavano fatiche e dolori, con stornelli, risate e balli si prendono gioco degli altri, questi sono i giovani romani al tempo del Belli.

Serata da gustare e ricordare a lungo, ed il luogo non sarà così prestigioso come l’estate romana al Giardino degli Aranci, ma il Teatro Petrolini nel cuore di una Testaccio estiva merita il tempo per respirare l’aria degli stornelli romaneschi, dei detti popolari, dei consigli per giocarsi i numeri e delle dritte per tenersi l’amore. Il romano è affezionato al vino e al coltello, grande di cuore e lesto di mano, nell’osteria trova il suo mondo e nella chitarra lo racconta. Decenni di teatro per l’autore a cui tanti giovani talenti si avvicinano, un merito speciale in tempi in cui teatro e cultura a Roma mancano come il pane e gli spazi e le occasioni come il vino.

Consigliato ai romani veri a cui piace vedere i propri bisnonni, ed ai romani di adozione a cui piace conscere un po’ di storia e tradizione della nostra città tra canti, balli e risate, ma soprattutto consigliato ad un Sindaco: a’ Marì, e viettelo a sentì sto stornello, che fosse a vorta bbona che ‘mpari quarcosa de li romani, l’usanze nostre, li balli nostri, i poeti nostri, e smetti de fa a capocciate co’ tutti!

Guarda un montaggio dello spettacolo

Scritto, diretto ed interpretato da Paolo Gatti, con Priscilla Baldini, Fulvia Borella, Orazio Caputo, Emiliano Pandolfi, Alessandro Bevilacqua, Irene Cedroni, Alessandra Cosimato, Marcello Vanni, Francesca del Vicario, Ludovica di Donato, Fernando Gatta, Luca Paniconi, Chiara Trabolotti, Martina Zuccarello.

Ogni venerdì, sabato e domenica

dal 1 al 7 settembre 2014, Venerdì e Sabato : ore 21,00, Domenica : ore 18,00

Apertura botteghino : (i posti in sala non sono numerati)

Venerdì e Sabato : ore 20,40; Domenica : ore 17,30

Prezzo del biglietto intero :

intero : 14 €; ridotto per over-65 e universitari : 12 €; gruppi (da 7 persone in su) : 10 €

Info e prenotazioni:

06.5757488 o via SMS al 3477148193

(orari : 9,30-20,30)

Teatro Petrolini; Email di riferimento : [email protected]

Qui l’intervista al Maestro Paolo Gatti

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Un pensiero riguardo “Visto per voi: All’osteria der vino e Ciambellino

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: