Sindacati Polizia Locale di Roma : Un telegramma al sindaco

Il telegramma che i dirigenti sindacali CGIL, CISL e UIL hanno inviato al Sindaco Ignazio Marino il 18 giugno lamentando la sordità del Comando Generale del Corpo della Polizia Locale rispetto alla riorganizzazione della Polizia Locale di Roma Capitale e che a ieri sembra non aver ricevuto risposta.

Siamo alla parodia? Da una parte si racconta alla cittadinanza che la volontà di dialogo, di risolvere i problemi di Roma in merito a sicurezza, viabilità, decoro sono tra i primi punti all’ordine del giorno, ma poi si fa muro di gomma per impedire che il dialogo ci sia e si prende per il naso lavoratori e cittadini? Speriamo di no, speriamo di venire smentiti e siamo in attesa di riscontro.

P.L. ROMA CAPITALE – TELEGRAMMA AL SINDACO

Seguito precorsa corrispondenza inviata alla s.v. e rimasta priva
di riscontro, in considerazione degli impegni costantemente
violati dal Comando Generale con iniziative unilaterali, risulta
evidente la non affidabilità e lealtà dell’interlocuzione da lei
disposta ed attivata peraltro caratterizzata anche dalle
reiterate assenze ai tavoli di confronto del comandante
generale. Tutto ciò evidenzia un consolidato e voluto
atteggiamento di chiusura culminato in data odierna con un
netto rifiuto anche “a rispondere a domande” da parte del vice
comandante delegato, in forte contrapposizione con il
costruttivo spirito di confronto avviato con l’amministrazione
capitolina.
Visto il decadimento dovuto alla totale assenza di
organizzazione che la Polizia Locale sta patendo che si traduce nella
mancanza di servizi resi alla cittadinanza, si chiede urgentissimo
incontro con la s.v., quale garante degli impegni assunti
dall’amministrazione il 17/12/2013.

Scarica il telegramma in PDF

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: