Arsenico nell’acqua e crolli nelle scuole. Benvenuti al Municipio XV

Non possono usare l’acqua per colpa dell’arsenico. I figli vanno a scuola e rischiano la vita. Al Municipio XV attendono l’intervento  del Comune. Intervista a Stefano Erbaggi, vice presidente del consiglio municipale.

Immaginate di svegliarvi e non potervi lavare la faccia, farvi una doccia, bere un caffè, avere biancheria pulita… Immaginate di non avere più l’acqua ma del veleno che esce dai vostri rubinetti. Immaginate di essere sul vostro posto di lavoro, in auto, al supermercato, in casa e accendendo la radio o la tv, di apprendere che il soffitto della scuola dove stanno studiando i vostri figli è crollato. Per molti e mi auguro moltissimi, è un pensiero assolutamente fantasioso, opera di una mente crudele e criminale. Per gli abitanti del Municipio XV è quotidianità.

 La tragedie sfiorate in Italia non fanno notizia, difatti siamo pochissimi ad aver impiegato “inchiostro” per darne notizia, personalmente non avrei saputo nulla se l’ufficio stampa di Erbaggi non ne avesse diramato la comunicazione. Ma il crollo di un pezzo di soffitto all’interno di una scuola è un fatto gravissimo. Troppo recente è la tragedia di Rivoli -TO – e la morte di Vito Scaffidi e non è accettabile che l’amministrazione “dimentichi” tale episodi. Nel Municipio XV sono stati eliminati i fondi per l’edilizia scolastica. Questo significa mettere a repentaglio la vita di studenti ed insegnanti. Stefano Erbaggi, che da anni si occupa anche di questa situazione come riportano le notizie e documentazioni del suo sito,  delinea dei profili tragici che fanno pensare ad inadeguatezza, incapacità o peggio, la mancanza di volontà da parte delle amministrazioni, municipali e comunali.

Non usa mezze parole il vice presidente del consiglio del Municipio XV, neppure sulla questione acqua all’arsenico. Cinquecento persone colpite dal veleno non possono essere considerate “poche” e neppure un problema minore. Per questo Erbaggi ed altri del Nuovo Centro Destra, hanno raccolto firme da portare, per mano dell’onorevole Roberta Angelilli, al Parlamento Europeo. La garanzia del servizio dell’acqua potabile non è rispettata e quindi viene meno una delle direttive imposte dall’Europa. Chiudo l’intervista con Erbaggi chiedendogli cosa può fare il salva Roma per il Municipio XV

… il salva Roma contiene i 3.5 miliardi di euro per l’edilizia scolastica; il Campidoglio ha fatto le richieste per cinque complessi scolastici e noi – Municipio XV – non ci siamo….

Venerdì 28 marzo, a partire dalle ore 14.30, Stefano Erbaggi insieme a Daniela Milone, Simone Furlan, Luca Della Giovampaola e Isabella Foglietta sarà al Parco di via San Godenzo. Parteciperà Roberta Angelilli, vicepresidente del Parlamento Europeo.

“Armati di scope, pennelli e vernice, ripuliremo il parco. Vista l’inoperatezza di Roma Capitale, noi per primi ci rimboccheremo le maniche per migliorare un pezzo del nostro quartiere”. 

Consiglio la visione dell’intervista, pochi minuti per capire in che condizioni versa oggi – dopo quasi un anno dall’insediamento di Ignazio Marino – il Municipio  XV di Roma, la capitale d’Italia!

[youtube]https://youtu.be/4CpSIswB2IM[/youtube]

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

6 pensieri riguardo “Arsenico nell’acqua e crolli nelle scuole. Benvenuti al Municipio XV

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: