Ist. Scientifico Medea: predisposizione all’ansia e depressione

Ufficio Stampa YesPlease!: Uno studio condotto dai ricercatori dell’Istituto Scientifico Medea – La Nostra Famiglia ha evidenziato il nesso tra la predisposizione genetica all’ansia e la depressione in adolescenza.

Essere geneticamente ansiosi predispone alla depressione in adolescenza, soprattutto se l’ambiente familiare è particolarmente stressante. Questo il risultato dello studio condotto dai ricercatori dell’Istituto Scientifico Medea

La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (Lecco), in collaborazione con il Dipartimento di Neuroscienze Cliniche di Villa San Benedetto Menni di Albese con Cassano (Como) e guidati dalla Dr.ssa Maria Nobile. L’equipe ha studiato, per la prima volta in Italia, il rapporto tra ambiente familiare stressante e adolescenza, concentrandosi sul ruolo delle varianti genetiche che controllano il trasportatore della serotonina.

Il lavoro, pubblicato sulla rivista internazionale epidemiology and Psychiatric Sciences e parte del “Programma Nazionale di Ricerca Strategica in Età Evolutiva” guidato dal Medea, ha coinvolto 300 ragazzi che sono stati seguiti per un periodo di 5 anni. Dopo il periodo di valutazione è stato dimostrato che fanciulli ansiosi con un assetto genetico sfavorevole sul funzionamento del sistema della serotonina sviluppano più facilmente una depressione clinica in adolescenza se vivono situazioni familiari stressanti.

“Una minore funzionalità del sistema della serotonina predispone ad una maggiore stabilità di tratti di personalità ansiosi – evidenzia la responsabile del team di ricerca Maria Nobile. Ebbene, i fanciulli (12/14 anni) con tratti di ansia elevati ed esposti a situazioni familiari particolarmente stressanti, durante l’adolescenza possono sviluppare una depressione. Invece, le stesse situazioni familiari difficili, quando si presentano durante l’adolescenza (16/18 anni), non sono più vissute come fattori stressanti e quindi non si associano alla comparsa di depressione. Al contrario, a questa età inizia ad avere molta più importanza il contesto socio-economico ambientale e di conseguenza l’ambiente scolastico, di quartiere e delle amicizie che gli adolescenti si trovano a frequentare”.

Tra gli autori dell’articolo anche il Prof. Giampaolo Perna, Direttore del Dipartimento di Neuroscienze Cliniche di Villa San Benedetto Menni di Albese con Cassano (Como)

«Questo studio sottolinea l’importanza dell’ambiente familiare sul destino dei ragazzi che nascono ansiosi per una predisposizione genetica. Un ambiente sereno, equilibrato diventa necessario per proteggere i nostri ragazzi ansiosi dalla possibilità di diventare depressi da adulti»

Info – Lo studio

M. Nobile, A. Greco, G. Perna, P. Colombo, V. Bianchi, M. Bellina, R. Giorda, D. Monzani, O. Carlet, E. Griez and M. Molteni. Effect of the serotonin transporter gene and of environment on the continuity of anxiety and depression traits throughout adolescence. Epidemiology and Psychiatric Sciences.

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Un pensiero riguardo “Ist. Scientifico Medea: predisposizione all’ansia e depressione

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: