Metropolitana C. I comunicati del PDL consiglio regionale Lazio

SenzaBarcode sta seguendo la vicenda della Metro C, nella nostra nuova rubrica “Roma” potrete trovare anche i dettagliati articoli di Giovanni De Pascalis ed ora anche i comunicati stampa del gruppo consigliare della regione Lazio del PdL

metropolitana-roma-mappa

 Metro C, Aurigemma (PdL) “Anche Morgante evidenzia inaffidabilità Impronta

“Prendiamo atto del fatto che debbano essere attuati dei controlli, come è giusto che sia. Allo stesso tempo, però, ci chiediamo: perché l’assessore Improta ha preso un impegno, quando ancora dovevano essere effettuati alcuni controlli. Perché l’assessore ai trasporti non ha parlato con la sua collega al bilancio Morgante prima di prendere l’ennesimo impegno, che poi non ha rispettato. Purtroppo, mentre si sta consumando l’ennesima tragicomica vicenda dell’amministrazione Marino, migliaia di lavoratori continuano a non percepire lo stipendio a causa dell’incapacità e inaffidabilità dell’assessore Improta”

Nel comunicato successivo, Aurigemma, dichiara:

«Le notizie apparse sulle agenzie di stampa in merito al rischio per il Campidoglio di penali da 100 mila euro al giorno per il ritardo nel pagamento al consorzio Metro C sono gravissime. Va ricordato che tali penali non saranno solo a carico del Campidoglio ma di  tutti i soggetti finanziatori dell’opera, ovvero la Regione e il ministero delle Infrastrutture che rispondono dell’opera stessa in quota parte. Per questa ragione, ho predisposto una formale azione di responsabilità sull’assessore Improta, unico vero artefice di questo disastro».

Lo dichiara il consigliere Pdl alla regione Lazio Antonello Aurigemma

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: