Migliorare le performances mentali con lo yoga Dottoressa Viviana

Per molti si avvicinano gli esami. Occorre recuperare lucidità, migliorare le performances mentali e capacità mnemoniche : un’opzione è lo Hatha yoga.

Hatha yoga

Ora è ribadito dai ricercatori dell’Università dell’Illinois. Venti minuti di pratica permettono di migliorare la memoria e i risultati ai test cognitivi. Meglio di quanto accade con l’esercizio aerobico.

Ecco il resoconto di Neha Gothe che ha condotto l’indagine:

“Seguendo lo yoga i partecipanti riuscivano a focalizzarsi meglio sulle loro risorse mentali, di processare le informazioni in modo più rapido e accurato, e anche di imparare e utilizzare efficacemente pezzi di informazioni”.

Quello che serve quando ci si siede davanti all’esaminatore.

L’intervento prevedeva 20 minuti di Yoga in progressione, da seduti, in piedi e supini con azioni di contrazione e rilassamento dei gruppi muscolari. Al termine, era prevista l’adozione di una postura meditativa e un lavoro sul respiro.

Continua Gothe:

“Gli esercizi meditativi e di respirazione calmano la mente e il corpo e aiutano a prendere le distanze dai pensieri che possono distrarre. Inoltre,sappiamo che queste pratiche riducono l’ansia e lo stress: in questo modo è possibile migliorare i punteggi di alcuni test cognitivi”.

Tali risultati sono stati ottenuti su giovani studentesse che hanno accettato di partecipare allo studio. Tuttavia, secondo gli autori, gli stessi riscontri sono visibili anche su persone più anziane.

La dottoressa Viviana, per approfondire questi temi e rispondere alle vostre domande, è disponibile scrivendo qui sotto nei commenti oppure inviando una  mail a benessereconviviana@www.senzabarcode.it

Dr.ssa Viviana Coniglio 333 8399441

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: