Erenghard

ErenghardErenghard è un piccolo libro che riassume un mondo. Scritto da Karen Blixen, fa parte del suo straordinario repertorio di racconti. La scrittrice danese è conosciuta soprattutto per La Mia Africa, ma le sue storie brevi sono senza dubbio un punto di vista senza pari sulla sua produzione artistica. Nei racconti di Karen Blixen è possibile veder ricorrere il tema della fiaba, quello della mitologia nordica e tutto l’universo dei sentimenti che caratterizzano la crescita umana.

Erenghard è un libretto pubblicato da Adelphi, nella collana Piccola Biblioteca. La pubblicazione è avvenuta nel 1963, un anno dopo la morte della scrittrice. Secondo alcuni questo lavoro rappresenta una degna conclusione di una carriera letteraria densa anche se iniziata in tarda età. Senza dubbio si tratta di un racconto molto particolare, dove il mondo della fiaba entra a pieno diritto. La protagonista della vicenda è la giovane Erenghard, una fanciulla che è oggetto delle mire seduttive di un pittore, che vuole però soltanto farla arrossire, senza possederla fisicamente.

Il tema del racconto è senza dubbio quello complicatissimo della seduzione, che attraversa i secoli e le correnti filosifiche. Le ascendenze presenti in queste pagine sono sicuramente legate al pensiero illuminista, e a un inno profondo alla forza dell’intelletto umano, capace di svolgere un ruolo talmente potente fino ad arrivare a controllare e a cambiare il corso delle intenzioni e del comportamento di qualcuno.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: