JR ha colpito nel segno. Entra a scuola

download (1)Non si presenta con il suo vero nome, no, lui è JR sigla delle iniziali di tale nome. E’ giovane, francese, cresciuto nei sobborghi parigini. Dal 2000 si dedica alla fotografia. Ma non chiamatelo artista, lui ama definirsi, artiviste, neologismo nato dalla contrazione di artista e attivista.

Ha girato il mondo affliggendo ovunque le gigantografie delle foto da lui scattate agli abitanti, ponendo così in evidenza questioni politiche di rilievo.

“Ho la più grande galleria del pianeta” afferma, e in un certo senso è vero, una galleria all’aria aperta dove non serve il biglietto. Il giovane ha tappezzato abusivamente con i suoi ritratti -ritratti che parlano di esclusione sociale, violenza, povertà, stereotipi- le banlieux parigine, gli slum in Brasile, le città africane e indiane, il muro tra Israele e Palestina, i grattaceli di New York, Los Angeles, Londra e Parigi.
Visibili a tutti, ogni passante è spettatore.

JR ha colpito nel segno, restituendo il volto a tante persone, e risvegliando la coscienze. Adesso non è più “abusivo” e le sue fotografie sono esposte dei migliori musei del mondo.

Dal 2012 è in Italia con il suo ultimo progetto, Inside Out, a sostegno della campagna “L’Italia sono anch’io” per il riconoscimento della cittadinanza italiana ai figli di immigrati, nati nel nostro Paese.
Questo progetto, che per ora vede il contributo di otto città italiane -Reggio Emilia, Milano, Firenze, Cagliari, Palermo, Crema, Sassari, Trieste- si basa sull’iniziativa di comuni, province e privati cittadini.
Ad esso collabora inoltre Officine Fotografiche, un’associazione no profit che si occupa di sostenere e divulgare la cultura dell’immagine.

In puro stile JR nelle città in questione vengono affisse gigantografie degli abitanti, immortalati da fotografi volontari e poi ritoccati dall’artista. I soggetti? Chiunque, italiano o straniero, voglia mettere la faccia per dire “L’italia sono anch’io”.

Nel 2013 il progetto, entrando anche nelle scuole, continuerà e altre città si aggiungeranno alla lista.
In questi giorni JR è a Roma, prossima tappa di Inside Out.

Sito di JR

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: