Arquata del Tronto, Conte in visita nelle zone del sisma

Ieri, 11 giugno, il neo premier Giuseppe Conte, durante la sua prima uscita pubblica,ha visitato Arquata del Tronto, per parlare da vicino con gli abitanti colpiti dal sisma.

È durata mezz’ora circa la visita di ieri del premier Giuseppe Conte ad Arquata del Tronto. Il Presidente del Consiglio desiderava parlare da vicino con gli abitanti delle zone terremotate, ora sistemati nel villagio SAE di Borgo 1. Conte, subito dopo il suo arrivo, ha salutato il sindaco di Arquata del Tronto, Aleandro Petrucci, e subito dopo ha incontrato la stampa. ” Volevo che la prima uscita coincidesse con un gesto di attenzione verso queste persone. Volevo parlare con loro e rendermi conto di persona della situazione.”

Successivamente il Premier ha incontrato il Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli

Insieme a lui anche molti sindaci dei comuni compresi nel cratere. Giuseppe Conte ha poi voluto fare visita alle casette dell’area SAE di Arquata del Tronto, dove è stato accolto da diversi applausi. Oltre ai consensi, sono state molte anche le richieste per poter accelerare la ricostruzione di case e attività. Attività come quella di una signora che ad Arquata del Tronto aveva una forneria, ora distrutta dal sisma. Importante anche il breve colloquio tra il premier e gli operai della Whirpool di Comunanza, che hanno una vertenza aperta sullo stabilimento.La breve visita si è conclusa con un incontro di Conte con il commissario De Micheli e il vescovo D’Ercole.

Conte è poi partito per Pescara del Tronto

Il premier ha avuto un colloquio privato con il sindaco Petrucci, e insieme hanno deposto una corana di fiori sul momumento per le vittime del sisma, per poi raccogliersi in preghiera. Conte ha poi parlato con gli amministratori locali per affrontare i problemi che si snodano intorno al percorso di ricostruzione, primo tra tutti la burocrazia. “La ricostruzione sarà molto complessa. E non si tratta solo di un problema finanziario, ma ancora una volta in Italia si conferma la necessità di una semplificazione sul piano burocratico.”

“Da domani saremo al lavoro sul decreto terremoto – continua il premier – in discussione nei prossimi giorni in Palamento. È il primo passaggio fondamentale.”

Giuseppina Gazzella

Classe 1984, marchigiana di nascita, cittadina del mondo per natura. Scrive e canta con la consapevolezza, la voglia e la pretesa di fare meglio ogni giorno, e di crescere sempre, perché sentirsi arrivati equivale all’essere morti.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: