Cronaca

Valerio Achille Semenzin

Curatore di collana, autore, distributore, libraio. Ma, specialmente, Valerio Achille Semenzin è amante del bello.

È stato il primo a presentare uno dei miei libri, anzi il primo libro. Era 2011 e la sua in libreria, a Sesto San Giovanni, si chiamava Diffusione Cultura. sono passati quasi 10 anni ma Valerio Achille Semenzin non ha mai smesso di diffondere la cultura e il suo amore per le cose belle. Scrive, è un poeta, un po’ un fotografo, make-up Artist e, in definitiva, un artista. È un libraio, è un custode di libri. Distribuisce parole.

Valerio Achille Semenzin è mio amico.

È difficile dire chi è Valerio, e allora gli domando: “Dieci anni fa, al termine della presentazione del mio libro, tu mi hai chiesto se mi sentivo una scrittrice e io ti risposi di no, che quello scritto era un rigurgito della mia anima”.

Ora chiedo a te Valerio, sei uno scrittore?

“Rispondo la stessa cosa. No, no perché uno scrittore è un preciso profilo professionale. È vero, quelli che scrivono potrebbero chiamarsi scrittori, ma secondo me il termine scrittore è molto grande. Io sono uno che butta sulla carta le sue emozioni…”.

Curatore per una collana edita da Apollo Edizioni, parliamo di sinergie tra autore, editore e librerie. Discorriamo del doveroso impegno che l’autore deve nella promozione del suo libro, delle difficoltà e le carenze delle librerie indipendenti. Parliamo di letture, di passioni e di cultura.

Non perdetevi l’intervista nel player a fondo pagina e mi scuso del file disturbato!

[spreaker type=player resource=”episode_id=23165703″ width=”100%” height=”200px” theme=”light” playlist=”false” playlist-continuous=”false” autoplay=”false” live-autoplay=”false” chapters-image=”true” episode-image-position=”right” hide-logo=”false” hide-likes=”false” hide-comments=”false” hide-sharing=”false” hide-download=”true”]

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Un pensiero su “Valerio Achille Semenzin

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!