Regione Lazio: Giovani talenti, Pmi del mondo digitale

Giovani talenti, Pmi del mondo digitale ed esperti del settore a confronto per presentarsi, conoscersi e realizzare insieme i progetti selezionati nell’ambito dei bandi regionali “New Book” e “Cultura Futura”.

Si è tenuta ieri all’Opificio Roma Europa di Roma, la giornata di “matching”, ossia di incontro tra i giovani creativi, le imprese e i tutor che sono stati selezionati tra i partecipanti ai due bandi Regionali; si tratta di un passaggio cruciale, realizzato in vista dell’avvio della seconda fase del bando, durante la quale verranno concretamente realizzati i progetti selezionati.

L’innovativo meccanismo di questi due bandi -come degli altri due facenti parte del programma Creativi Digitali, Progetto Zero e App On– prevede che i giovani creativi si incontrino e associno con le Pmi disposte a co-produrre i progetti e con i gli esperti accreditati -tutor- che li aiuteranno a farlo. Durante la mattinata si sono svolti i matching riguardanti il bando “New Book”, finalizzato a sostenere l’innovazione nel mondo dell’editoria con un finanziamento di 800mila euro -massimo 40mila euro a progetto-. Nella prima fase del bando -pubblicato a maggio dell’anno scorso- sono stati individuati 34 giovani creativi e relative idee-progetto, 63 Pmi e 55 coach. Nel pomeriggio è stato il turno dei matching per il bando Cultura Futura, pensato per sostenere l’innovazione nel campo della cultura e degli eventi culturali. In particolare, il bando è diretto allo start-up di prodotti -hardware e software con caratteristiche cross mediali, inclusi programmi e app per web, computer, tablet e smartphone- che incentivino distribuzione e fruizione innovativa di contenuti ed eventi culturali. Anche questo bando ha un finanziamento totale di 800.000 euro e il contributo massimo per progetto ammonta a 40.000 euro. Nella prima fase del bando -pubblicato assieme al precedente nel maggio scorso- sono stati individuati in totale 25 giovani e relative idee-progetto, 30 Pmi e 25 partner. L’evento si è aperto con l’intervento degli assessori regionali allo Sviluppo Economico e Attività produttive, Guido Fabiani, e alla Cultura e Politiche Giovanili, Lidia Ravera.

“Oggi si incontrano economia e cultura – ha dichiarato l’assessore Fabiani – non è solo una collaborazione tra i due assessorati ma anche la voglia e la consapevolezza di dare un messaggio: i due settori devono marcare il segno di una unità di intenti e di azione”. “In tutto il mondo – ha aggiunto – si sostiene, giustamente, che se si vuole rilanciare l’economia servono sostanziosi investimenti nella cultura, nella conoscenza e nell’innovazione. In particolar modo l’innovazione è fondamentale per un nuovo sviluppo complessivo della nostra Regione; questo significa in primo luogo forza alle start up, attenzione alle novità e alle energie che sanno esprimere i giovani”.

La creatività è oro – ha detto poi l’assessore Ravera – Una materia prima preziosa che non sempre sappiamo scoprire, portare alla luce, utilizzare. Far fruttare. La creatività è coraggio, immaginazione, anticonformismo, idee. Abbonda, soprattutto fra i giovani, che si affacciano alla vita adulta non ancora appesantiti dagli schemi, dalle burocrazie e dalla opprimente liturgia dell’abitudine. Noi, con i bandi New book e Cultura Futura, insieme all’assessore Fabiani, abbiamo scommesso sulla creatività diffusa, sulla creatività che si fa impresa.” “Oggi, all’Opificio Romaeuropa, giovani creativi e piccola e media impresa, si sono incontrati per trasformare le idee in realtà – ha concluso – La cultura è futuro, è occuparci del nostro futuro, migliorare la vita. Sostenere l’innovazione è un modo concreto per fare politica culturale”.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: