Pagaie Rosa contro il cancro al seno. Maria Grazia Punzo

Le Pagaie Rosa sono la dimostrazione che sport, tenacia e amicizia possono essere valide terapie contro il cancro al seno. Ne parliamo con la presidente Maria Grazia Punzo.

Pagaiare può significare ben più che remare, in alcuni casi significa combattere e vincere. C’è una disciplina che si chiama DragonBoat, una barca, 2o persone a remare, una che batte il tempo con un tamburo ed un timoniere. All’apparenza un semplice sport, una squadra più o meno unita e qualche torneo da vincere. Maria Grazia Punzo ci racconta delle Pagaie Rosa, delle Pink Butterfly, e capiamo subito che si tratta di una sfida, non solo contro se stesse ma contro il male, quello del cancro al seno.

E anche la metafora della barca risulta quanto mai appropriata, 12 m di lunghezza e poco più di un metro di larghezza, e questo lo spazio concesso alla squadra per spingersi sempre oltre, e se qualcuna non ce la fa, e se qualcuna tende a restare indietro arriva subito la compagna a pagaiare anche per lei, perché le Pagaie Rosa sono più di un gruppo di donne unite dall’obiettivo della vittoria. Le Pink  Butterfly sono donne che ce l’hanno fatta, che continuano a farcela nonostante tutto. Non pensate mai a donne grigie, tristi o che hanno perso le speranze. Tra c’è la giovanissima che sta per sposarsi e la nonnina, che come dice Maria Grazia Punzo nonnina non è proprio per niente, che hanno molto da insegnare probabilmente non formule matematiche o difficile trattati letterari, ma possono spiegarci come si fa a stringere i denti e andare avanti.

Come si fa ad essere più forti del male

le pagaie Rosa sono un’associazione Onlus che conta quasi 50 iscritti e ha già collezionato,  con le Pink  Butterfly, diversi successi prestigiosi e internazionali. Saranno con noi nella grande serata del 29 settembre, quando SenzaBarcode festeggerà i suoi primi 6 anni in una serata tra amici, iscritti  e, tra le tante iniziative, presenta le nuove proposte culturali per il 2019.

Maria Grazia Punzo è anche tra i relatori della conferenza stampa del 21 settembre, presso la sala del Carroccio in Campidoglio dalle 11 – qui per accreditarsi. Nel sito ufficiale delle Pagaie Rosa trovate tutte le indicazioni per sostenere l’associazione, i contatti e le tante vittorie!

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

2 pensieri riguardo “Pagaie Rosa contro il cancro al seno. Maria Grazia Punzo

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: