Amatrice, il Sindaco Palombini in visita in Inghilterra - SenzaBarcode

Amatrice, il Sindaco Palombini in visita in Inghilterra

Oggi, giovedì 24 maggio, il Sindaco facente funzioni di Amatrice, Filippo Palombini, è volato in Inghiterra per incontrare il WMF e Sua Altezza Reale il Principe Carlo.

Il Sindaco facente funzioni di Amatrice, Filippo Palombini, si è recato quest’oggi in Inghilterra per incontrare i referenti di Intbau Italia e del World Monument Fund. Domani Palombini sarà in Cornovaglia, nella città di Poundbury, dove si intratterrà per qualche ora con il Principe del Galles, Carlo d’Inghilterra. Intbau, International Network for Traditional Building, Architecture & Urbanism è una charity internazionale non profit sotto il patrocinio di S.A.R. il Principe di Galles. Si occupa della promozione delle tradizioni dei territori e del mantenimento del carattere locale dei luoghi.

Una  rete di studiosi, professionisti, accademici, università, artigiani e istituzioni, impegnati nella trasmissione dei saperi universali.

Delle identità culturali e nella pratica dei mestieri tradizionali legati al progettare e al costruire. INTBAU Italia promuove laboratori sulla documentazione e la valorizzazione del patrimonio culturale, architettonico e urbano. Nonché attivazione e rigenerazione urbana. Recentemente ha organizzato le Summer School sul rilievo dei centri storici e sulla rappresentazione della città. Sulla costruzione architettonica regionale e sulla documentazione dei beni culturali diffusi e patrimoni Unesco.

Nel progetto per Amatrice INTBAU Italia è affiancata dal Dipartimento di Design del Politecnico di Milano

Oggi il Sindaco Palombini si intratterrà con i referenti del World Monument Fund di New York, che  ha selezionato il Museo civico Cola Filotesio di Amatrice, già chiesa dedicata a Sant’Emidio, tra le opere di grande interesse culturale. L’Associazione, presente da oltre vent’anni in un’attività di collaborazione con il MiBACT, si vede impegnata in questo caso nel recupero del complesso edilizio museale fortemente danneggiato. Un simbolo estremamente importante per tutta la comunità del centro Italia, colpita dagli eventi sismici del 2016 e 2017.

Domani, invece, il Sindaco Palombini sarà ospite del Principe di Galles a Poundbury, dove incontrerà anche il personale della Prince’s Foundation for the Built Environment e quello del Ducato di Cornovaglia. Il Principe del Galles si recò ad Amatrice nell’aprile del 2017. Dopo questa visita, Intbau Italia organizzò presso il Politecnico di Milano la conferenza Heritage, Place, Design, Putting Tradition into Practice. Dedicata ad indagare le tecniche di comunicazione, rappresentazione e valorizzazione del patrimonio culturale e dei Paesaggi Urbani Storici, nella fase di ricostruzione post-emergenza, ma anche le metodologie di placemaking e design che favoriscono le tradizioni dei territori ed il benessere di comunità.

Il Comune di Amatrice sta siglando un protocollo di intesa con INTBAU Italia per avviare indagini specialistiche

Documentazione e rilevamento del patrimonio architettonico, storico e culturale attraverso le nuove tecnologie in relazione alle necessità e alle priorità dell’Amministrazione. Il progetto INTBAU per Amatrice propone pratiche multidisciplinari legate alle economie delle cultura fra tradizioni e patrimoni diffusi. Introducendo strumenti innovativi di conoscenza e di rigenerazione dei luoghi.

La visita a Poundbury è di grande interesse per il Sindaco Ingegnere Palombini. Infatti nel quartiere di Poundbury, nel Dorchester, la Prince’s Foundation for Building Community sta realizzando un innovativo quartiere urbano tradizionale. Le iniziative hanno lo scopo di far conoscere il caso di Amatrice e attrarre risorse per attivare progetti con Il Politecnico di Milano ed Intbau Italia. A partire dalla prossima estate. E visitare un cantiere di costruzione tra i più importanti in Europa per i principi di sostenibilità e fare comunità che sono stati adottati.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: