Messa in sicurezza linea ferroviaria ex concessa Roma – Viterbo

Linea ferroviaria ex concessa Roma-Civita Castellana-Viterbo. Al via i lavori con investimento Astral, gestione ATAC e proprietà della Regione Lazio.

Sono partiti i cantieri per l’eliminazione di 11 passaggi a livello sulla linea ferroviaria ex concessa Roma-Civita Castellana-Viterbo di proprietà della Regione Lazio e gestita da Atac.

I lavori, frutto di un investimento di 9,1 milioni di euro da parte di Astral, avranno termine entro 15 mesi. La messa in sicurezza della linea ferroviaria riguarda i comuni di Civita Castellana, Fabrica di Roma e Corchiano, dove insistono passaggi a livello a raso, incustoditi e pubblici.

il Presidente della Regione Nicola Zingaretti

“Con l’avvio dei lavori di eliminazione dei passaggi a livello sulla linea Roma-Civita Castellana-Viterbo manteniamo l’impegno di garantire l’ammodernamento e la messa in sicurezza di una ferrovia a lungo abbandonata e strategica – spiega il Presidente della Regione Nicola Zingaretti – che, partendo dal centro della Capitale, attraversa i quartieri a nord di Roma fino a Civita Castellana e Viterbo.

Grazie al nostro lavoro, inoltre, tra le opere strategiche finanziate dal Governo siamo riusciti ad ottenere 154 milioni di euro per il raddoppio Riano-Morlupo e lavori di manutenzione straordinaria su tutta la linea. Insieme al raddoppio Montebello-Riano, già finanziato dalla Regione, stiamo dimostrando che la messa in sicurezza e la modernizzazione della Ferrovia Roma-Viterbo rappresenta una questione nazionale ed una sfida che stiamo vincendo insieme per migliorare la qualità della mobilità dei pendolari e di tutti coloro che preferiscono muoversi con il mezzo pubblico su ferro”.

Assessore regionale alla Mobilità, Michele Civita

“L’eliminazione dei passaggi a livello, con sottopassi e cavalcaferrovia, è il primo di una serie di interventi per riqualificare la linea e renderla più sicura, con l’obiettivo di aumentare e migliorare l’offerta e le frequenze per i pendolari”, ha dichiarato l’assessore regionale alla Mobilità, Michele Civita.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: