La musicoterapia per vincere l’ansia. Dottoressa Viviana

Ascoltare buona musica fa bene al cuore e al cervello. La musicoterapia non è certo una novità: già agli inzi degli anni Novanta del secolo scorso, una equipe di neurologi aveva dimostrato come fossero sufficienti pochi minuti al giorno di Mozart per stimolare la nostra materia grigia.

musicoterapia

E ovviamente non è solo la musica classica a determinare effetti benefici sull’organismo. Ognuno di noi sa bene come non ci sia niente di meglio che ascoltare i brani che più emozionano per ritrovare subito il sorriso.

Ma c’è ben altro e le conferme arrivano da studi autorevoli: la musicoterapia è in grado di ridurre ansietà, disturbi del sonno e sindromi depressive. I risultati dell’ultima ricerca, in ordine di tempo, a essere condotta impiegando brani musicali sono stati pubblicati sul Journal of American Medical Association. Il trial, multicentrico e randomizzato, ha coinvolto 373 pazienti con insufficienza respiratoria e sottoposti a ventilazione meccanica. Di questi, 126, grazie alla guida di un musico terapeuta, hanno potuto selezionare la loro musica preferita e ascoltarla quando ne avessero voglia.

Ebbene, cinque giorni dopo, rispetto ai pazienti sottoposti ai consueti trattamenti, i soggetti “curati” con musicoterapia hanno visto a correlata alla patologia e hanno quasi dimezzato la terapia farmacologica sedativa.

È evidente che la breve durata del trial richieda ulteriori approfondimenti. Resta il fatto inequivocabile che la musica e la musicoterapia, hanno un poter terapeutico assodato, in grado di impattare positivamente anche in soggetti con patologie serie e che condizionano la qualità della vita.

La dottoressa Viviana, per approfondire questi temi e rispondere alle vostre domande, è disponibile scrivendo qui sotto nei commenti oppure inviando una  mail a benessereconviviana@www.senzabarcode.it

Dr.ssa Viviana Coniglio 333 8399441

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

Un pensiero su “La musicoterapia per vincere l’ansia. Dottoressa Viviana

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: