Cronaca

La musicoterapia per vincere l’ansia. Dottoressa Viviana

Ascoltare buona musica fa bene al cuore e al cervello. La musicoterapia non è certo una novità: già agli inzi degli anni Novanta del secolo scorso, una equipe di neurologi aveva dimostrato come fossero sufficienti pochi minuti al giorno di Mozart per stimolare la nostra materia grigia.

musicoterapia

E ovviamente non è solo la musica classica a determinare effetti benefici sull’organismo. Ognuno di noi sa bene come non ci sia niente di meglio che ascoltare i brani che più emozionano per ritrovare subito il sorriso.

Ma c’è ben altro e le conferme arrivano da studi autorevoli: la musicoterapia è in grado di ridurre ansietà, disturbi del sonno e sindromi depressive. I risultati dell’ultima ricerca, in ordine di tempo, a essere condotta impiegando brani musicali sono stati pubblicati sul Journal of American Medical Association. Il trial, multicentrico e randomizzato, ha coinvolto 373 pazienti con insufficienza respiratoria e sottoposti a ventilazione meccanica. Di questi, 126, grazie alla guida di un musico terapeuta, hanno potuto selezionare la loro musica preferita e ascoltarla quando ne avessero voglia.

Ebbene, cinque giorni dopo, rispetto ai pazienti sottoposti ai consueti trattamenti, i soggetti “curati” con musicoterapia hanno visto a correlata alla patologia e hanno quasi dimezzato la terapia farmacologica sedativa.

È evidente che la breve durata del trial richieda ulteriori approfondimenti. Resta il fatto inequivocabile che la musica e la musicoterapia, hanno un poter terapeutico assodato, in grado di impattare positivamente anche in soggetti con patologie serie e che condizionano la qualità della vita.

La dottoressa Viviana, per approfondire questi temi e rispondere alle vostre domande, è disponibile scrivendo qui sotto nei commenti oppure inviando una  mail a benessereconviviana@www.senzabarcode.it

Dr.ssa Viviana Coniglio 333 8399441

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Un pensiero su “La musicoterapia per vincere l’ansia. Dottoressa Viviana

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!