Una legge a favore dei whistleblower

Riparte il futuro e Transparency International Italia: un whistleblower in gabbia per raccontare la propria vita senza una legge che lo tuteli. Mercoledì 13 settembre dalle 9 alle 14.

A Roma, in piazza della Rotonda, mercoledì 13 settembre ore 11.30 Riparte il futuro e Transparency International Italia convocano una conferenza stampa  per sollecitare l’approvazione di una legge a favore dei whistleblower (già approvata dalla Camera, incagliata in Senato).

Parleranno in conferenza stampa Federico Anghelé, responsabile Relazioni Istituzionali di Riparte il futuro e Davide Del Monte, Executive Director di Tranparency International Italia.

In Piazza della Rotonda dalle ore 9 alle 14, di fronte al Pantheon, mostreranno con un’installazione cosa significa davvero essere un whistleblower oggi, senza una legge a tutela: in una grande teca trasparente sarà allestito un ufficio a rappresentare la condizione di isolamento tristemente frequente di chi denuncia episodi corruttivi.

All’interno di questa “gabbia” il whistleblower racconterà – amplificato da altoparlanti all’esterno – storie vere di whistleblower italiani, cittadini che agendo nell’interesse comune hanno subito minacce, vessazioni fino alla perdita del posto di lavoro. Nel frattempo gli attivisti di Riparte il futuro e di Transparency International Italia saranno presenti per informare le persone sulla campagna #vocidigiustizia, e per raccogliere firme per la petizione, che ad oggi conta quasi 60.000 sostenitori.

A questo appuntamento sono stati invitati anche i senatori della Commissione Affari Costituzionali perché da loro dipendono le sorti del ddl per la tutela in difesa dei whistleblower.

Perché isolamento, abbandono e pericolo sono le condizioni alle quali si espone chi denuncia corruzione e illegalità sul posto di lavoro in Italia, che segnalando questi scandali diventa un whistleblower.

Il disegno di legge a tutela delle voci di giustizia è fermo in Senato da oltre 600 giorni in attesa di essere discusso definitivamente, dopo essere stato approvato dalla Camera dei Deputati il 21 gennaio 2016: è troppo importante e vicino all’approvazione perché venga dimenticato in commissione.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: