Valentina Grippo, Teatro dei Dis-occupati e Arcobaleno della speranza onlus.

Valentina Grippo,  Vice Segretario del PD Roma, è Consigliere comunale di Roma, Dirigente dei Beni Culturali e giornalista, SenzaBarcode l‘ha incontrata , era il 2 luglio 2013. Fu una bella chiacchierata e, come promesso, riapriamo una finestra su di lei. Oggi Valentina è Presidente della Commissione Turismo, Moda e Relazioni Internazionali del Comune di Roma. Sperando di incontrarla nuovamente vi lasciamo il “suo invito” a Teatro. Dalla newsletter.

Presidente della Commissione Turismo, Moda e Relazioni Internazionali

Cari amici, è con grande piacere che vi invito a partecipare a questo spettacolo, realizzato da una giovane compagnia teatrale del II Municipio e i cui proventi aiuteranno una onlus in prima fila da anni nella lotta alle leucemie, al linfoma e al mieloma, impegnata a garantire migliori condizioni socio sanitarie e nella qualità di vita ai pazienti ematologici.

Buon teatro a tutti, con un sorriso di speranza

Teatro dei Dis-occupati in collaborazione con l’Arcobaleno della Speranza onlus & Fondazione Policlinico Tor Vergata, presentano sabato 19 ottobre ore 21

 “Sotto Chiave”

di e con Monica Crotti e Massimo Cusato

 Liberamente tratto da J. Rodolfo Wilcock

 Scenografia: Isabella Faggiano, Daniele Pittacci

 Costumi: Isabella Faggiano

Assistenti: Daniela Costanzo, Natsuki Nakamura

Produzione: Teatro dei Dis-occupati

 

La vicenda narra di un uomo, che entrato da una finestra all’interno di una casa, viene nel sonno incatenato ad un letto. L’artefice di questo strano sequestro è la proprietaria della casa, una donna che lo intrattiene con la sua conversazione di esilarante saggezza, inducendolo infine a tagliare insieme a lei vestitini per topi. Una donna che non esce più di casa, che ha ricreato un suo universo all’interno di quella che lei stessa chiama tomba privata. Un uomo che , altrettanto solo, deciderà alla fine di condividere con lei una vita “normale”. Il mondo fuori, spiato da una piccola finestra, è frenetico, pieno di delitti; con queste parole lei cerca di convincere l’uomo incatenato a restare.

“Uomini e donne, tutti son legati. Ognuno è ben legato alla sua tomba. E chi va in giro con quell’aria sperduta, è perché ha perso il filo che lo legava”.

Uno spettacolo onirico con una sedia ed un trapezio.

Vincitore del Premio Internazionale Arte Laguna (Ve) 2009, Sezione Performance,

versione ridotta di “Sotto Chiave” (6 marzo 2010 presso le Tese di San Cristoforo)

Selezionato al Premio “Giovani Realtà del Teatro” (UD) – Settembre 2010

Vincitore del Premio Cantieri Opera Prima 2010 (Meta-Teatro – Roma)

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: