Sviluppo Lazio: Vincenzi(PD) “Da riordino società regionali, risparmi x mln di euro e sostegno concreto alle imprese”

pdlazioSviluppo Lazio: Vincenzi(PD) “Da riordino società regionali, risparmi x mln di euro e sostegno concreto alle imprese”  

“L’avvio della discussione in commissione Attività produttive sulla proposta  di legge per il riordino di Sviluppo Lazio e delle altre società  della Regione  preposte al sostegno delle imprese, conferma la determinazione dell’Amministrazione Zingaretti e della maggioranza di centrosinistra ad approvare  al più presto un provvedimento di razionalizzazione che renda più efficace e  efficiente l’azione di aiuto alle aziende del territorio, taglia poltrone  inutili e fa risparmiare milioni di euro di denaro dei contribuenti”.

Lo  dichiara in una nota Marco Vincenzi, capogruppo del Partito Democratico al  Consiglio regionale del Lazio.
Il processo di riorganizzazione prevede di accorpare in un’unica società  Sviluppo Lazio  Spa, Banca Impresa Lazio spa, Unionfidi Lazio Spa, Filas Spa e Bic Lazio Spa.
“L’obiettivo della legge – riprende Vincenzi – è quello di istituire un’unica  cabina di regia della Regione Lazio, impegnata nello sviluppo e nel credito alle imprese, eliminando l’attuale frammentazione che in passato ha  moltiplicato i centri di costo con inutili doppioni, consulenze, consigli di amministrazione e spese per affitti. Contestualmente con il processo di  integrazione  si realizzano sinergie professionali e di competenze, recuperando risorse per milioni di euro da destinare alla vera ‘mission’ di Sviluppo Lazio,  cioè il sostegno concreto alle attività imprenditoriali.
Mi auguro – conclude Vincenzi – un leale atteggiamento costruttivo di tutte le  forze politiche in commissione e in Aula, per  portare a termine un serio progetto di riforma capace di avviare una nuova politica del credito nella  nostra Regione, rendendo più trasparente l’accesso delle imprese alle risorse finanziarie, sviluppare nuove professionalità  a supporto delle imprese e degli  enti locali, rendere gli attuali incubatori cantieri di innovazione e centri
servizio per le imprese, i giovani e i disoccupati”

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: