Sognando Sanremo canta con Yo. YOUNGO ti regala il sogno

Dal 27 novembre 2017 al 30 maggio 2018 partecipa a “Sognando Sanremo Canta con Yo”,il concorso che fa emergere il talento.

Se puoi sognarlo puoi farlo? È proprio un sogno quello che vuole regalare YOUNGO ai suoi amici: partecipare a “Sognando Sanremo”. Dal 27 novembre 2017 al 30 maggio 2018 è aperto a tutti il concorso “Sognando Sanremo canta con Yo”: chiunque pensi di avere talento musicale può inviare la propria demo audio/video attraverso il sito ufficiale, e registrarsi con un acquisto in uno dei Grandi Locali Leisure YOUNGO aderenti al progetto: Maximall, Vulcano Buono, Le Ginestre, Etnapolis, Città Fiera e Parma Retail.

È questo il semplicissimo modo per partecipare alla selezione della giuria artistica YOUNGO

le voci e i brani più belli potranno concorrere alle semifinali del Festival “Sognando Sanremo” 2017 (per chi si iscrive entro il 31 dicembre 2017) e 2018 (per chi si iscrive successivamente).

In questo modo YOUNGO e Yo, la sua coloratissima mascotte, vogliono contribuire a far emergere il talento, aiutando chi vale ad avere una possibilità reale di avvicinarsi al mondo del canto che conta, presentandosi al pubblico e ai professionisti del settore.

Il progetto artistico “Sognando Sanremo”, infatti, ideato dal manager e talent scout Dino Vitola,  dà la possibilità ai talenti emergenti di valorizzare il proprio brano musicale in una compilation al fianco di grandi della musica italiana del calibro di Patty Pravo, Renato Zero, Ivan Graziani, Nek, Gigi D’Alessio,Vasco Rossi. Il cd viene quindi presentato agli addetti ai lavori proprio nella settimana del Festival di Sanremo, l’evento musicale più seguito dagli italiani, offrendo notorietà certa a tutti i suoi interpreti. Una chance importante per chi sogna di farcela.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: