Remo Anzovino presenta il suo Nocturne in concerto

Remo Anzovino, pianista, compositore e avvocato, presenterà Nocturne, suo ultimo lavoro, in due concerti esclusivi, a Milano e Trieste.

Remo Anzovino, pianista, compositore e avvocato, è considerato fra gli esponenti più affermati e innovativi della musica strumentale contemporanea. Si esibirà in concerto il 3 maggio alla Santeria Social Club di Milano e il 17 maggio al Teatro Miela di Trieste, dove presenterà Nocturne, il suo ultimo lavoro. I biglietti in prevendita sono disponibili per il concerto di Milano su Mail Ticket. Per quello di Trieste su Vivaticket.

Remo Anzovino ha composto le colonne sonore del docu-film Hitler contro Picasso e gli altri – L’ossessione nazista per l’arte

Il lavoro sta raccogliendo enormi consensi da critica e pubblico. Il compositore ha firmato anche la colonna sonora del film evento Van Gogh tra il grano e il cielo, che uscirà in anteprima mondiale nei cinema italiani il 9, 10, 11 aprile. Ora Remo Anzovino torna sul palco per presentare il suo ultimo album in studio, Nocturne, insieme a brani di repertorio che rimandano per suoni e emozioni al tema della notte.

Sarà uno show emozionante. Uno spettacolo multisensoriale che rappresenta il racconto di una notte che cambia la vita. Gli 88 tasti del pianoforte di Remo Anzovino, infatti, daranno vita a suoni delicati e violenti, impreziositi dai rumori della notte e da una scenografia composta da fasci di luce e di forme colorate creata ad hoc. Per permettere allo spettatore di addentrarsi in un mondo parallelo denso di emozioni, nella storia, appunto, di una notte.

Nocturne è disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le principali piattaforme streaming

L’album è stato prodotto, registrato e mixato da Taketo Gohara, con gli arrangiamenti orchestrali di Stefano Nanni che ha anche diretto la London Session Orchestra. Tra i musicisti internazionali di grande livello che hanno prestato la loro sensibilità al progetto ci sono, tra gli altri, al violino cinese Masatsugu Shinozaki, primo violino dell’Orchestra Sinfonica di Tokyo. L’armeno Vardan Grygorian, considerato tra i migliori interpreti mondiali di duduk, la francese Nadia Ratsimandresy, tra le maggiori virtuose al mondo di ondes martenot. Gianfranco Grisi, inventore del suo cristallarmonio ed insuperabile nell’arte di suonare il vetro.

Remo Anzovino si divide tuttora tra lo studio di registrazione e lo studio legale, dove esercita la professione di avvocato penalista

È nato nel 1976 a Pordenone da genitori napoletani. Si è laureato a 24 anni con lode nell’antica università di Bologna e ha intrapreso la carriera forense entrando nello studio milanese di uno dei massimi penalisti italiani. Successivamente ha patrocinato centinaia di difese, attività che tuttora svolge. Ha composto le musiche per i maggiori capolavori del cinema muto, più di trenta pellicole. Ha collaborato con le più prestigiose cineteche e partecipato con colonne sonore di sua composizione ai principali Festival e rassegne internazionali.

ll programma di Rai 3 Ballarò ha utilizzato spesso le sue melodie come commento musicale, e lo stesso ha fatto Otto e Mezzo su La7. Il suo primo album di inediti in piano solo è Dispari nel 2006. Segue Tabù nel 2008, Igloo nel 2010 e l’ultimo Viaggiatore Immobile nel 2012. Ha all’attivo anche un disco live e i progetti speciali L’Alba dei Tram – Dedicato a Pasolini, nel 2015. E Fight for Freedom: Tribute to Muhammad Ali con Roy Paci, nel . Ha curato la colonna sonora del docufilm Canto alla Durata – omaggio a Peter Handke uscito a settembre 2017.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: