Medaglia del Presidente della Repubblica al premio Sulle ali della libertà

Ha ricevuto la Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica l’edizione 2018 del premio Sulle ali della libertà, per la promozione della cultura negli istituti di pena.

Un riconoscimento importante per una delle pochissime iniziative di questo genere nel nostro paese. Il progetto, promosso da Isola Solidale, si propone di promuovere la cultura all’interno degli istituti di pena.

Isola Solidale è un’associazione nata nel 2015, che opera nel campo dell’accoglienza e riabilitazione dei detenuti ed ex-detenuti, promuovendo attività e percorsi volti al loro re-inserimento sociale. La sede dell’associazione è la medesima struttura in cui vengono accolti detenuti agli arresti o in detenzione domiciliare, detenuti in permesso premio o in semi libertà, ex detenuti.

L’esperienza di detenzione rappresenta sempre un fallimento personale, per chi la subisce e per l’intera società civile, ma anche un’opportunità per dare una svolta diversa, nuova alla propria vita.

Proporre un percorso formativo, di conoscenza culturalmente elevato è un modo per mettere al centro la persona, per restituire dignità, per promuovere il principio costituzionale di uguaglianza.

Un ringraziamento particolare va indirizzato all’associazione Co.N.O.S.C.I. (Coordinamento Nazionale degli Operatori per la Salute nelle Carceri Italiane – Presidente Dr. Sandro Libianchi), che ha contribuito in modo determinante alla riuscita del progetto, riconoscendo che per l’Organizzazione Mondiale della Sanità il concetto di “Salute Globale” esprime non soltanto l’assenza di malattia, bensì «…uno stato di completo benessere fisico, psichico, sociale, lavorativo e culturale…».

La cultura può quindi essere considerata un determinante di salute individuale.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: