Mario Balotelli e l'ennesima (presunta) balotellata

Ancora guai per Mario Balotelli: l’asso del Milan è stato accusato di aver spacciato droga per scherzo durante un soggiorno a Scampia. Ma l’attaccante non ci sta, e polemizza su Twitter.

Mario Balotelli e l'ennesima (presunta) balotellata

 Ahahaha adesso spaccio droga! Prima andavo a put..E magari poi lo prenderò anche in …. Ma VERGOGNATEVI. Usate il mio nome solo per audience.

È stata questa la risposta di Mario Balotelli all’ennesima accusa piombatagli quasi come un fulmine a ciel sereno. Eh sì, perché l’attaccante del Milan è riuscito a fare così bene in terra rossonera che quasi tutti si erano dimenticati delle sue, ormai celebri, “balotellate”; forse un bene per il calciatore stesso e per la sua reputazione, forse un male per la stampa e per gli affamati di Gossip.

Il “j’accuse”, però, stavolta è abbastanza serio: Mario Balotelli, infatti, avrebbe spacciato droga per scherzo nel quartiere di Scampia, visitato dal calciatore del Milan qualche anno fa. La notizia, già allora, fece molto scalpore, visti anche i precedenti “controversi” da parte dell’attaccante ex-Inter e Manchester City, ma adesso la sua reputazione, già pericolosamente minata dai suoi precedenti, rischia di crollare definitivamente.

Il problema, però, sembra essere un altro: generalmente si parla più del personaggio Balotelli che del suo rendimento in campo, ed un po’ sembra anche colpa sua, ma tutto ciò non sembra scorretto e irrispettoso nei suoi confronti? Ormai il calciatore del Milan sembra osservato da una telecamera fissa che lo riprende 24 ore su 24, manco stessimo al Grande Fratello; si sa, la pessima reputazione fa sempre audience, e l’opinione pubblica ci campa su certe cose. Anche Cassano subì la stessa sorte, seppur le sue controversie erano maggiormente legate al campo che alla sua vita privata: allora appare anche naturale che i giornali ci vendano su, e che sia giusto o sia sbagliato, poco importa.

Allora qui entra in gioco un altro fattore: al nostro Mario Balotelli conviene esporsi mediaticamente in maniera sempre così drastica? A volte il maggior disprezzo è la noncuranza, ma lui non ha paura di niente e di nessuno, rispondendo sempre e comunque ad ogni provocazione: che sia un gioco tra le parti? Forse a Balotelli piace stare al centro dell’attenzione: potrebbe tranquillamente sorvolare su certe provocazioni, invece niente, e non importa se si parla di pesanti accuse o di cori razzisti. In tal caso, ogni discorso sul giusto e sbagliato, per l’ennesima volta, ha purtroppo poco senso: a “Super Mario”, a quanto pare, il gioco piace, e anche a chi vuole parlarne, quindi perché smettere di giocare?

Giuseppe Senese

Sono un laureando in Scienze e Tecnologie Informatiche, che nutre anche numerose passioni come la musica, il cinema e il calcio. Adoro il Rock Progressivo degli anni 70' (soprattutto quello britannico e quello italiano) e sono un tifoso sfegatato del Napoli.

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: