8) Turkat e Gardner. Genitore – madre – malevola

loLe quattro definizione fornite da Turkat   

sono la rielaborazione degli otto sintomi riconosciuti da Gardner.

É vero che esistono controversie sul riconoscimento della PAS, in quanto “Teoria di Gardner”, è altrettanto vero che le due Sindromi hanno la sostanziale differenza d’essere, la prima, a maggior danno e discapito del padre e la seconda si potrebbe definire una serie di comportamenti alienanti posti in essere dalla madre ai danni del marito, ma il dato di fatto sulla quale non è possibile porre opzioni è che, in entrambi i casi, a farne le spese sono i figli, comunque alienati e comunque programmati, anche se inconsciamente.

Da qui, con tale chiara descrizione, siamo moralmente obbligati in coscienza civile, a sostituire, nell’esigenza, la PAS con la Sindrome del Genitore Malevolo. In questa ricerca, indubbiamente, mi riferirò sempre alla Madre Malevola, essendo ormai nell’oltre novanta per cento dei casi il genitore alienante, ma questo principio vale sia per l’uno che per l’altro, indistintamente.

Sentenza del 3 settembre 2011, Giudice Unico Dottoressa Anna Mauro, Tribunale di Roma,

prima sezione civile nella causa n. 86094/2077

Nella mia Proposta B è chiaro come la figura del “Super-controllo” eviterebbe, oltre ai gravi danni ai bambini ed al genitore alienato, anche un notevole risparmio economico e di tempo. La preoccupazione è palesemente verso i figli programmati, la sindrome colpisce a livello individuale certamente ma di riflesso a tutta la società.

Un bambino vittima di alienazione sviluppa, come accennato e di seguito nel dettaglio, disturbi e psicopatologie che nel tempo prenderanno sbocchi quasi inimmaginabili. La mente ha controllo di tutto il corpo, anche il sistema immunitario ne viene compromesso sviluppando sindromi inorganiche ma anche malattie organiche. Oltre ad un popolo di malati, avremo una risposta economica catastrofica: spese mediche, assenteismo sul lavoro, apatia generale. Considerando che quasi 1 matrimonio su 3 finisce in divorzio, ad oggi a (aprile 2012) abbiamo una stima di quasi 5 milioni di padri separati con figli dai 3 ai 16 anni. Significa che tra meno di vent’anni quasi metà della popolazione adulta sarà malata e psicologicamente compromessa.

Abbiamo già valutato che la Sindrome della Madre Malevola non è necessariamente secondaria ad altro disturbo ma è riscontrabile tramite altri disturbi/sindromi, il tavolo di discussione si dovrebbe aprire diversamente a mio avviso.

In questi tempi si sta valutando se inserire o meno la PAD (Disturbo Alienazione Genitoriale) nel DSM V; Io propongo che si stilino invece delle linee guida universali per diagnosticare e verificare dove è presente un atto violento di manipolazione e programma. Questo nuovo piano di verifica impone tempi ristretti (indispensabili ad una diagnosi precoce, terapia mirata e recupero della vittima della programmazione e del genitore alienante), incalcolabile risparmio di tempo e denaro e specialmente la tutela dei diritti del fanciullo.

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: